Press pass, al Comune di Salerno giornalisti solo su appuntamento

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Fin qui a dividere l’opinione pubblica a Salerno era l’obbligatorietà del green pass.

Da qualche ora, invece, è polemica per il ‘press-pass’, il badge voluto dalla Giunta comunale per consentire l’ingresso della stampa in Comune.

Il provvedimento è stato varato lo scorso 5 novembre dalla Giunta ed è contenuto all’interno del disciplinare di accesso al Palazzo di Città. Il regolamento, si legge in una nota diffusa dall’ex magistrato e neo assessore alla Trasparenza e alla Sicurezza, Claudio Tringali, ha l’obiettivo “di elevare i livelli di sicurezza e realizzare un ordinato afflusso agli uffici amministrativi e alle sedi della politica”. Giornalisti, fotoreporter ed operatori televisivi, per accedere al Comune, dovranno dunque prima essere identificati, dopodiché riceveranno un badge. Ma all’interno del disciplinare si precisa che l’ingresso “è comunque sempre subordinato al previo appuntamento, fatta eccezione per le sedute di Consiglio comunale, le conferenze stampa e le manifestazioni pubbliche”.
Eventuali violazioni saranno punite con una sanzione amministrativa che va dai 25 ai 500 euro.
Per l’Amministrazione comunale con l’approvazione del disciplinare si è voluto “ricercare un equilibrato e ragionevole contemperamento tra le esigenze di sicurezza da un lato e quelle della libertà di informazione dall’altro, valori entrambi di rango costituzionale meritevoli di equa tutela”. Ma le regole stabilite dal Comune non hanno trovato la condivisione dell’Ordine dei Giornalisti della Campania che già in precedenza aveva denunciato la scelta – adottata nei giorni successivi all’inchiesta giudiziaria che ha travolto il Comune – di negare l’ingresso dei giornalisti all’interno del Palazzo di Città. “L’Ordine dei giornalisti della Campania denuncia il regolamento medievale e anticostituzionale emanato dal Comune che, nel mezzo di un’inchiesta giudiziaria che coinvolge l’Amministrazione, consente l’accesso ai giornalisti solo su appuntamento e con badge con multe di 500 auro per chi non rispetta la normativa”.
“Una disposizione – si sottolinea – che cancella la libertà di informazione e che contrasteremo con ogni azione, anche legale, a tutela dei giornalisti salernitani”. (ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Sindaco ridicolo, interviste per appuntamento, si dimentica che è un dipendente dei cittadini, manco in Corea del nord

  2. Ma scherziamo? Praticamente “su appuntamento” è traducibile in “pre-accordati”, è ovvio diamine! E’ un altra presa in giro!

  3. Un appello ai magistrati..
    Fate presto ed andate avanti a carrarmato……
    Liberateci!!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.