Proroga stato di emergenza: è scontro tra il Pd e i partiti di centrodestra

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Le modalità con cui verrà definitivamente  abbattuto il coronavirus saranno definite nel mese di dicembre.

Palazzo Chigi attende con fiducia il via libera dall’Ema, per la vaccinazione dei bambini, nella fascia d’età compresa tra i 5 e gli 11 anni.

Il governo ribadisce che non ci sarà nessun obbligo vaccinale.

Il Ministro della Salute Speranza e alcuni esponenti del Partito Democratico, stanno sollecitando il premier Draghi, per prorogare lo stato di emergenza fino a Marzo 2022.

Anche se al momento nessuna regione supera le soglie fissate dal governo per l’ingresso in zona gialla, molti si domandano cosa potrebbe accadere negli ultimi 50 giorni del 2021.

Forza Italia e Lega hanno una visione opposta rispetto a Speranza e il Pd, e alla loro linea sembra essere vicino anche il Presidente del Consiglio.

L’eventuale chiusura dello stato di emergenza a fine dicembre comporterebbe la caduta della struttura commissariale del generale Figliuolo.

Da un lato ci sarebbero rischi che potrebbero influire negativamente sulla campagna di vaccinazione, ma la legge che istituisce questa misura stabilisce che abbia una durata massima di due anni.

Lo stato di emergenza secondo la legislatura vigente potrà essere rinnovato per un solo mese, altrimenti il governo dovrà intervenire con una forzatura istituzionale.

Draghi sembra essere scettico sulla possibilità di modificare la legge, e non sembra essere convinto neanche sulla necessità.

I dati attuali, a livello di contagi, vittime e ricoveri sono otto volte inferiori rispetto dodici mesi fa.

Le terze dosi e l’apertura della campagna a nuove fasce d’età, sono gli strumenti con i quali il premier intende combattere la quarta ondata.

Per la prima volta sembra reale l’ipotesi di addio di uno strumento non più indispensabile al contesto attualelontano anni luce dai terribili primi mesi del 2020.

Olindo Nuzzo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Vaccinate i vostri figli , siamo troppi e qualcuno bisogna pur sacrificare per il bene altrui .
    Si chiama egoismo e va molto di moda.

  2. governo criminale. lo stato di emergenza non è neppure previsto dalla costituzione per motivi sanitari, quindi già è stato un crimine imporlo fin dall’inizio. poi hanno prolungato da sei mesi a due anni, secondo crimine! e adesso stanno parlando addirittura ad un nuovo REATO DI STATO che sarebbe la continuazione anche OLTRE IL LIMITE DI LEGGE dei due anni (che già era incostituzionale). Quando lo capiranno i covidioti solo allora inizierà a finire la falsa emergenza infinita. Il massimo attualmente è la proroga al 31 gennaio, un giorno oltre sarebbe un crimine ULTERIORE.
    E nonc ensurate che ho scritto solo fatti secondo la legge e la costituzione.

  3. Lo stato d’emergenza in Italia è regolato da legge ordinaria, come previsto proprio dall’art.16 della Costituzione. Quindi imporlo è una normale prerogativa del governo e prorogarlo è facoltà del Parlamento, che all’occorrenza può tranquillamente legiferare per maggiori restrizioni e per una durata prolungata, come già fatto in questi anni.
    Si tranquillizzi e si goda il tempo libero in maniera costruttiva, lasci perdere le questioni costituzionali.

  4. 12.59 sei ridicolo. L’art. 16 non parla in alcun punto si STATO DI EMERGENZA. Basterebbe leggerlo, cosa che non hai mai fatto evidentemente.

  5. per il poverissimo azzeccagarbugli delle 12e59:
    art.16 Cost: “Ogni cittadino può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale, salvo le limitazioni che la legge stabilisce in via generale per motivi di sanità o di sicurezza. Nessuna restrizione può essere determinata da ragioni politiche”.

    Un DPCM è un atto amministrativo per cui NON è legge, e nonostante questo per MESI un governo ha quindi imposto uno STATO DI EMERGENZA illeggittimo.

    L’art.78 è l’unico che conferisce poteri eccezionali a livello nazionale ma parla SOLO di stato di guerra (che va dichiarato dal Parlamento e dal Presidente della Repubblica).

    Il falso stato di emergenza è stato dichiarato in virtù della legge sulla protezione civile del 1992 che però riguardava calamità naturali, era limitato ad alcune aree e soprattutto ad eventi specifici e IMPROVVISI E TEMPORANEI e in alcun modo consente di limitare le libertà basilari del totale della popolazione!
    La libertà personale può essere limitata SOLO tramite giudizio ad personam, non con un DPCM. Quindi nessuno può essere tenuto segregato in casa se non tramite un provvedimento AD PERSONAM, diretto, con nome e cognome del soggetto, emesso da UN GIUDICE.

    Uno stato di emergenza sanitaria nazionale che duri DUE ANNI semplicemente non è previsto da alcuna costituzione e se vogliamo anche da NESSUNA LOGICA!… se dura due anni NON è emergenza, è questione ordinaria… Pure uno come lei potrebbe capirlo in fondo…

    Ora si tranquillizzi e si goda il tempo libero in maniera costruttiva, lasci perdere le questioni costituzionali!

    p.s.: in Spagna la Corte costituzionale e la Cassazione hanno dichiarato illegittimi i “lockdown”, con conseguente annullamento di denunce e sanzioni ex post / ex nunc.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.