Lavoratori coop licenziati: si attende ancora convocazione incontro con il prefetto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Sono ancora in attesa i lavoratori delle cooperative sociali di Salerno, licenziati dopo la sospensione dei servizi. Dopo oltre un mese di fermo e la conseguente lettera di licenziamento – come riporta oggi il quotidiano “Le Cronache” scaricabile online – attendono infatti la convocazione del prefetto Francesco Russo: il tavolo prefettizio dovrebbe infatti aiutare le organizzazioni sindacali e l’amministrazione comunale a trovare soluzioni immediate per salvaguardare i livelli occupazionali. Sono otto le coop in attesa di una svolta. Stando a quanto emerge il prefetto avrebbe chiesto all’amministrazione comunale di fornire una serie di informazioni sulla vertenza, conseguenza dell’inchiesta della Procura di Salerno sui presunti appalti truccati e che hanno portato in carcere il ras Vittorio Zoccola.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Giusto per essere chiari….
    Piena e sincera solidarietà ai lavoratori di tutte le cooperative che hanno perso o perderanno il lavoro.
    Ciò premesso voglio far notare che quando chiude, per qualsiasi motivo, un’azienda che svolge delle attività per un Ente Pubblico non c’è nessun obbligo o motivo per dover assumere i lavoratori licenziati.
    Si mettano in piedi tutte le possibili tutele lecite e consolidate (cassa integrazione, etc.) ma non vi permettete di assumere nemmeno un operatore perché noi (Comune di Salerno) non possiamo permetterci tali operazioni.
    Già abbiamo dovuto accollarci le assunzioni pilotate (con il giochino delle agenzie interinali) presso le Società Partecipate ed adesso è ora di dire basta.
    Quando chiude una qualsiasi attività commerciale o industriale il Comune non deve assumere e non assume nessun disoccupato, quindi non vedo per quale motivo si dovrebbe privilegiare questi lavoratori.
    Gli amministratori delle cooperative assieme ai politici, che hanno fatto lievitare il numero dei dipendenti delle cooperative per fare i babba’, devono risolvere il problema attingendo alle proprie risorse e non ribaltare il problema a Noi Cittadini Salernitani (Comune di Salerno).
    Fate lavorare i dipendenti comunali e quelli di Salerno Pulita!!!!!
    Pieno appoggio alla magistratura…..
    Liberateci!!!!

  2. Quoto al 100% Salernitano, quando sono stato licenziato insieme ad altri, il sindacato a cui ci siamo rivolti ci ha suggerito di fare domanda per la disoccupazione e poi per il reddito di cittadinanza, grazie ma ci arrivo da solo, ho risposto

  3. Feci domanda a suo tempo alle interinali, presero il curriculum e mi chiesero se avevo santi o referenze (precedenti) se no il curriculum stava bene nel cassetto

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.