Spunta l’ipotesi dei colori a giorni per Natale: niente Green pass con i test rapidi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Entro il prossimo giovedì, il governo punta a varare un nuovo decreto per rendere obbligatoria anche la terza dose per gli operatori sanitari, in attesa di una possibile revisione delle regole sul Green pass. In particolare chi lavora negli ospedali e nelle Rsa, che già sembra aver risposto spontaneamente al ricorso alla dose booster, dovrà tornare all’hub vaccinale, quando ormai sono passati quasi 10 mesi dalla seconda dose. Un richiamo indispensabile come hanno ribadito i dati dell’ultimo rapporto dell’Iss sull’efficacia della protezione dei vaccini, che dopo sei mesi tende a dimezzarsi.

Un passo inevitabile per evitare che la circolazione del virus e i suoi effetti rischiosi sui soggetti più fragili, dai pazienti degli ospedali agli anziani delle Rsa, riportino lo scenario vicino a quello dello scorso anno. All’epoca in Italia si registravano oltre 40 mila contagi e più di 500 morti al giorno. Non c’erano ancora i vaccini, e il sistema dei colori, con tutte le restrizioni relative tra coprifuoco e chiusure, era l’unico strumento per affrontare la pandemia.

Lo scrive il sito Open.online

Lo scorso anno la nuova ondata tra novembre e dicembre stava letteralmente colpendo in pieno l’Italia, con gli effetti più drammatici evidenti nei dati del bollettino quotidiano. Quest’anno invece l’innalzarsi della curva sembra appena agli inizi, ma con numeri che secondo gli esperti devono rimettere in moto tutta quella serie di misure cautelari che evitino situazioni più gravi.

Il confronto tra governo ed esperti sta tornando infatti a valutare l’uso dei colori per regioni, o per zone più limitate, così come accaduto proprio a dicembre, quando si è passati in zona gialla, arancione e rossa a livello nazionale al di là della specifica situazione pandemica.

Un’ipotesi sollevata sulle pagine del Mattino, sulla scorta degli avvertimenti lanciati dal fisico Robero Battiston, direttore dell’osservatorio epidemiologico sul Covid all’università di Trento e autore di un’analisi sull’andamento pandemico: «Cominciano a essere numeri importanti – ha confermato Battiston – Se parti basso, ci metto tempo a risalire.

Ma se hai tanti casi, ogni volta che raddoppi arrivi presto a numeri alti». Il ragionamento lapalissiano di Battiston porta quindi alle proiezioni sulla copertura vaccinale e al raggiungimento della soglia, più psicologica che scientifica, del 90 per cento di immunizzati, che non dovrebbe arrivare prima di due mesi e 15 giorni con gli attuali ritmi. Inevitabile, quindi, che almeno lo stato di emergenza sarà prorogato oltre la fine dell’anno corrente, con tutto quel che ne consegue.

Le valutazioni su come preservare le libertà conquistate ormai quest’anno per il prossimo Natale puntano anche a una revisione del Green pass. A proposito del certificato verde per i bambini, sembra meno probabile che possa essere imposto in modo obbligatorio ai più piccoli, in attesa che a metà dicembre l’Ema si esprima sulla somministrazione di Pfizer per la fascia dai 5 agli 11 anni. Resta però concreta la possibilità di ridurre le possibilità con cui si ottiene il Green pass.

Da un lato aumentano le voci tra gli esperti, come Walter Ricciardi, che invoca la concessione del certificato verde solo a chi ha ottenuto la terza dose, senza quindi proroghe alla scadenza degli attuali pass in vigore.

Dall’altro c’è l’ipotesi di escludere i tamponi rapidi per l’ottenimento del certificato, consentendo quindi almeno le attività ricreative solo a chi è vaccinato o ha fatto un tampone molecolare nelle ultime 48 ore. Una strada che dovrebbe escludere comunque il ricorso al Green pass sul lavoro, per gli effetti caotici che provocherebbe nelle aziende già alle prese con controlli e verifiche quotidiane.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. Tutti gli schieramenti politici sono stati rimpiazzati dal PUS ( partito unico sanitario) , il cui tesserino implica la morte per infarto, morte inprovvisa nel sonno, pericardite e altre bellezze . Correte tutti a farvi la tessera del partito!!

  2. già parlano di quarta e quinta dose! (Rezza del cts)… e i covidementi ancora credono alla pandemia infinita. Dei medici come categoria non ho più alcuna pietà. Che siano obbligati alla terza, quarta e settima dose. Sono loro le colonne portanti di questa psicopandemia con morti veri ammazzati. Ovvio con le dovute eccezioni, i medici puntualmente censurati, sospesi e scientificamente violentati.
    Ormai dovrebbe essere evidente a tutti che non c’entra niente un virus né una pandemia. Stanno usando per instaurare una dittatura in stile cinese, con il credito sociale e tutto messo in un QR o un identificativo digitale che è l’ID2020 di Gates, del 2015 almeno..
    Lo dicevamo da mesi o anni, ora lo state capendo pure voi che davate del complottista a caxxo. La prova che avevamo ragione è sotto gli occhi di tutti ormai: terza quarta quinta dose, e il governo ne ha comprate 350milioni, quindi SETTE dosi a testa per il 2022..
    Piu chiaro di così.

    Ultimo dettaglio: uno studio su Nature pubblicato due giorni fa afferma che la letalità dei ragazzi e bambini è 0,005%! Letalità vuol dire morti su malati, e siccome i malati sono una minima parte del totale dei ragazzi, vuol dire che praticamente questo virus è innocuo per loro.. E quelli che muoiono hanno evidentemente altre patologie..

  3. ah vabbbee se lo ha detto open allora abbiamo capito che sarà non falso ma falsato! loro e i presunto antibufale sono gli esperti delle mezze verità e delle verità distorte, basta saperlo

  4. Ma che cazzo dite, una città che è una fogna , ovunque spaccio e disordine , disoccupazione, riciclo di denaro a go go e voi pensate al green pass?
    E chi controlla? O meglio chi li cacherà con la bolgia e la feccia delle persone che attirano le lucine cinese pagate come un capodanno a New York .
    Andassero a vedere come fanno e chi prende sempre l’appalto per le luci , la provenienza delle ditte .

  5. Ok ma il dottor EMERGENZA PERENNE chi sarebbe x affermare tutte le cazzate che scrive?
    Mi sa dei soliti pino e rennurs senza senso.
    Andasse in televisione a dire ciò che pensa se crede a ciò che dice e la verità.

  6. NIENTE GREEN PASS CON I TAMPONI. MA A CHI FATE PAURA MALEDETTI. MALEDETTA POLITICA CODRROTTA ANCHE NOSTRANA E MALEDETTA STAMPA CHE SIETE COMPLICI DI QUESTO COMPLOTTO ITALIANO E MONDIALE. FATE SCHIFO TUTTI. TUTTI SERVI DEL POTERE. SCHIAVI DEI SOLDI. MALEDETTI UN GIORNO LA PAGHERETE TUTTI. SCHIFOSI ZOZZI BASTARDI. SPERO CHE DIO VI FARÀ FARE LA STESSA MORTE DEI MORTI DI COVID CHE NON AVETE CURATO E AVETE FATTO MORIRE A POSTA. NON CENSURATE INFAMI INSERVIENTI. SIETE STATI VOMITATI DALLA VITA NON SIETE DEGNI DI VIVERE SU QUESTO PIANETE. SIETE PEGGIO DEL PEGGIO. PORCI VILI CAROGNE. NON MI VENGONO PIÙ TERMINI PER ETICHETTARVI MERDOSI NON CENSURATE.

  7. il tuo nome ti identifica come nullità, solo puntini alle 15 e 46.
    TI ha dato tante informazioni e se tu non fossi un cretino ti andresti a informare partendo da quello che ti ha detto lui, che poi sono cose ormai palesi. Lo studio di Nature dice proprio quello. In tv? ecco l’idiota che è in te! secondo te se una cosa non esce dalla tv allora è falsa! perciò stiamo con questa pandemia di dementi, grazie a quelli come te che aspettano il burlone che dice idiozie dalla tibbu, che poi si smentisce da solo con altre idiozie contrarie alle sue!
    E comunque chi ti dice che non ci sia andato in tv? lo conosci??? sei veramente un cretino che si merita la settima dose come ti hanno già detto sopra!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.