Terza dose vaccino Covid, ipotesi booster dopo 5 mesi invece di 6: il punto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Tra le ipotesi allo studio del governo per contenere la quarta ondata di Covid e i nuovi contagi c’è quella di accelerare sulla terza dose, riducendo da sei a cinque mesi l’intervallo tra il compimento del ciclo vaccinale primario e la dose booster

A confermarlo è il coordinatore del Cts Franco Locatelli a SkyTG24, sottolineando che i dati “destano attenzione e vanno valutati con tutta la cautela del caso, ma non c’è preoccupazione estrema. È un momento in cui va posta la massima attenzione e ognuno di noi deve fare la propria parte”

È probabile, ha detto lo stesso Locatelli, che si arrivi ad accorciare da 6 a 5 i mesi l’intervallo tra il completamento del ciclo vaccinale e la dose booster, in modo che anche i giovani possano vaccinarsi prima

Ci sono italiani che hanno meno di 40 anni e hanno concluso il ciclo vaccinale da più di 6 mesi (professori, forze di polizia e militari) ma che non possono ancora vaccinarsi. “È un elemento da valutare con una certa attenzione”, conferma il direttore della prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza

Proprio nell’ottica di incrementare la somministrazione delle terze dosi va l’annuncio del commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo secondo cui entro la fine dell’anno arriveranno altri 8,6 milioni di dosi di Pfizer e Moderna

Da lunedì 22 novembre, poi, si partirà con la somministrazione delle terze dosi per gli over 40, anticipando di dieci giorni la data inizialmente prevista per tornare a garantire la copertura vaccinale a una corposa fetta della popolazione

A oggi sono quasi 4 milioni gli italiani ad aver ricevuto la terza dose, ma da lunedì è attesa l’impennata con l’apertura agli over 40

Il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, a Sky TG24 conferma che si sta lavorando anche per “prevedere l’obbligatorietà della terza dose per le categorie per cui è già previsto l’obbligo vaccinale” e la “riduzione della validità del Green pass” che potrebbe passare dagli attuali 12 ai 9 mesi

Riferendosi all’anticipo della terza dose, Costa ha affermato: “Non credo che spetti alla politica decidere a chi e quando somministrare la terza dose, il compito del governo è farsi trovare pronti per somministrare le dosi necessarie”

“Ad oggi – ha detto – le indicazioni erano somministrare la terza dose dopo sei mesi, se le evidenze scientifiche ci diranno che è meglio anticipare di un mese, noi ci faremo trovare pronti. Dobbiamo attendere con fiducia le indicazioni che la nostra comunità scientifica ci darà”, ha concluso Costa

Per l’obbligo vaccinale o un eventuale green pass rafforzato “siamo ancora nel dibattito. Adesso credo che dobbiamo seguire quello che ci sta dicendo la comunità scientifica e cioè accelerare la terza dose”, ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. “Noi lo stiamo facendo” per poter “affrontare la fine dell’anno e l’inizio dell’anno prossimo con più serenità”

Nessuno però, al momento, può dire se la terza dose basterà: “Forse le tre dosi possono essere il ciclo che immunizza per un tempo lungo, ma non bisogna escludere che potranno servire dei richiami. L’acquisizione delle evidenze scientifiche sulla copertura è in corso”, ha spiegato il presidente Iss Silvio Brusaferro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.