Consegnato alla Caritas Diocesana il pellet confiscato nel salernitano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa

Nello scorso mese di aprile i militari delle Stazioni Carabinieri Forestale di Sicignano degli Alburni e di Buccino, nell’ambito di controlli mirati al rispetto della normativa ambientale, effettuarono accertamenti nella filiera di lavorazione e commercializzazione del pellet presso impianti di produzione e distribuzione.

Le verifiche esperite consentirono di accertare, fra le altre contestazioni, l’utilizzo improprio
dei marchi di certificazione “prodotto certificato ENPLUS A2” e quindi i militari posero i
sigilli di sequestro a 102 tonnellate di pellet già imbustato (6.800 sacchetti) per un valore commerciale di circa 30.000 euro.

L’illecito contestato riguarda l’utilizzo improprio dei marchi di certificazione e la
commercializzazione del pellet, non anche la qualità intrinseca del combustibile. Non
essendoci motivi ostativi al suo utilizzo, l’Autorità Giudiziaria, nel condividere e fare proprie
le valutazioni proposte dai militari operanti e considerata la qualificata manifestazione di
volontà del sacerdote Martino De Pasquale rappresentante della Caritas Diocesana di
Teggiano-Policastro dichiaratosi disponibile a ricevere ed utilizzare a fini sociali il pellet
confiscato, ne ha autorizzato la consegna.

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Sicignano degli Alburni hanno pertanto dato
esecuzione alle disposizioni della AG e consegnato al sacerdote Martino De Pasquale
l’ingente quantitativo di pellet che sarà destinato al riscaldamento di locali destinati a scopi
sociali ed assistenziali della Caritas.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. ma alla carits ci sono persone o famiglie che hanno il pellet come stufa? ma ditemi voi a cosa serve dare questi quantitavi ad un’associazione che distribuisce beni di prima necessita’ ai bisognosi e non mi sembra he il pellet sia fra questi.

  2. ma se poi non era con marchi autorizzati, magari e’ nocivo? Altrimenti perche’ sequestrarlo ?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.