Troppi contagi nelle scuole: la Campania spinge per la Dad dall’ 8 dicembre

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Abbiamo proposto che a partire dall’8 dicembre, considerato che ci separano 10-12 giorni dalla pausa natalizia, abbiamo chiesto un mese di didattica a distanza per la scuola dell’obbligo perché i dati sono molto preoccupanti”.

Il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola ha chiesto in sede di Conferenza Stato Regioni il ritorno alla didattica a distanza.

Nei giorni scorsi, era stato il direttore del laboratorio centralizzato dell’Azienda dei Colli, Luigi Atripaldi, a ipotizzare un anticipo della pausa prevista per Natale e Capodanno allo scopo di bloccare la diffusione del virus.

Come segnala La Repubblica, il Presidente della Regione, Vincenzo De Luca torna ad agitare lo spettro di nuove chiusure delle attività se nelle prossime settimane dovesse registrarsi “una grave espansione del contagio”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Meglio chiudere ora prima che sia troppo tardi. Aspettiamo il vaccino per i bambini e poi riapriamo in sicurezza.

  2. Considerando che la scuola si fermerà il 22 perchè attendere l’8 dicembre e non andare in dad sin dal lunedì 6 dicembre? Le scuole sono moltiplicatori di contagiati dove è impensabile far rispettare i protocolli di sicurezza.

  3. Non solo luci da irresponsabili e stupidi artisti,ma anche altri eventi che al momento mi sfuggono,come pure il capodanno in rianimazione…..ops….volevo dire capodanno in piazza,di cui non si è più parlato…..sono tutte boiate di cui si dovrebbe fare a meno per un periodo anche lungo,se ne vogliamo uscire,altrimenti nel 2040,siamo ancora al punto di partenza.
    Dove ci soni assembramenti il virus passa,anche con la quattordicesima dose,c’è poco da fare…non e colpa di nessuno….il virus e così.
    Ce ne dobbiamo fare una ragione

  4. Non bisogna chiudere niente altrimenti che facciamo a fare vaccini a bimbi dai 5 agli 11 anni visto che il protocollo PFizer è già stato approvato dall’EMA e in corso di approvazione dall’AIFA. In Austria e Germania dove c’è lockdown le scuole sono aperte e in presenza, in Italia dovremmo chiuderle con una situazione nettamente migliore?

  5. Se ti fai il vaccino che chiudi a fare? Ma ragionate con la testa ogni tanto, o fate sempre quello che vi dicono come i ciucci

  6. X Sì Vax
    Evidentemente non hai dei figli/e piccoli da quanto posso capire, ma ti rendi conto che sulla somministrazione ai piccoli vi sono pochissimi dati (anche a livello di rapporto rischi/benefici ad oggi incalcolabili) e che l’EMA lo ha approvato solo perché produce anticorpi efficaci contro il Covid. Conviene aspettare i dati da Israele (siccome i bambini so stati vaccinati se non tutti parecchi) per poi vaccinarli con convinzione. Ma poi chiudere le scuole per poi vedere le Luci prese d’assalto fino al collo, la movida selvaggia delle vigilie e tante altre schifezze.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.