Stampa
Dal “modello Barcellona” al “modello Salerno”. L’architetto e urbanista catalano Oriol Bohigas ha contribuito a ridisegnare la città di Salerno, dapprima con Vincenzo De Luca sindaco e poi con Vincenzo Napoli alla guida del capoluogo. A lui si deve, infatti, il piano regolatore, su richiesta dell’attuale governatore della Regione Campania, e il “fronte mare”, realizzando – nel 2015 – la nuova spiaggia di Santa Teresa e, seppur non direttamente, ha favorito la realizzazione del Crescent, da sempre al centro delle polemiche e di inchieste giudiziarie tanto da non permettere a Bohigas di tornare a Salerno, temendo l’esito delle inchieste i cui sviluppi sono sempre arrivati fino in Spagna. L’architetto e urbanista catalano – come riporta oggi il quotidiano “Le Cronache” scaricabile online – si è spento ieri: avrebbe compiuto 96 anni il prossimo 20 dicembre; nel 2015 gli era stato diagnosticato il morbo di Parkinson. Professore di Composizione Architettonica presso la Scuola di Architettura di Barcellona, di cui è stato anche preside, Bohigas è stato anche un influente teorico: è stato tra i fondatori del Gruppo R (1951), movimento catalano nato con l’obiettivo di porre un ponte tra il Modernismo e la produzione industriale.

4 COMMENTI

  1. Piano regolatore poi stravolto a colpi di varianti per dare spazio ai mastri di cucchiara che tutti conosciamo. Bohigas aveva già preso le distanze dalla finta riqualificazione di Salerno.

  2. Infatti l’ha solo disegata Salerno. Poi, quando si è trattato di costruire, l’hanno messo da parte e chiamato tecnici compiacenti. Ora vedo lacrime di coccodrillo e parole di circostanza…

  3. Quante falsità. Il piano di Bohigas prevedeva tutt’altro, era improntato sulla valorizzazione del fronte del mare. Poi è stato stravolto da biechi interessi speculativi, tanto da fargli fare un passo indietro e andare via. Bohigas era un uomo di cultura urbanistica, ma veniva schernito e offeso dalle “grandi menti” dei tecnici comunali, che dopo aver passato una vita a mettere timbri, si permettevano di criticare in maniera feroce le sue idee. Adesso lasciatelo riposare in pace, senza attribuirgli i disastri urbanistici degli ultimi anni, non lo merita.

  4. Bohigas non avrebbe mai avallato il progetto del Crescent, che invece di aprire spazi sul mare, li chiude con una enorme e retorica barriera di cemento. Il progetto Fronte di Mare di Bohigas è stato completamente disatteso: aveva il suo fulcro non a Santa Teresa, ma al porto Masuccio Salernitano, prevedendo la riqualificazione totale di quella terra di nessuno che è ora ed è sempre stata piazza della Concordia, oltre a tante altre misure mai realizzate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.