Stampa

Nell’imminenza dell’inaugurazione delle “Luci d’Artista”, i residenti del Rione Carmine a Salerno non possono ancora dirsi soddisfatti dell’operato dell’amministrazione comunale: nonostante le varie richieste inoltrate dal Codacons al Comune e all’Assessore Ferrara, nessuna risposta è mai pervenuta.

“Le Luci d’Artista in Via Carmine sono indecenti – dichiara l’Avv. Matteo Marchetti,
Vice Segretario Nazionale Codacons – Non sono luci, ma un’accozzaglia di plastica appesa. Speriamo quindi che si possa intervenire adesso, rivolgiamo un ulteriore appello prima dell’accensione affinché in Via Carmine vengano messi angeli, strutture più belle, casette di Babbo Natale e attrazioni per tutto il quartiere”.

“Prima delle elezioni – continua l’Avv. Marchetti – su Via Carmine c’erano due comitati di consiglieri comunali come Avella e Galdi; nella zona abita il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ma il quartiere è completamente trascurato”.

Più che “Luci d’Artista” abbiamo la “spazzatura d’Artista”, come dimostra la foto allegata e per la quale sono due giorni che l’avv. Cristina Rizzo dell’ufficio legale del Codacons fa segnalazioni a Salerno Pulita per la rimozione senza ricevere alcuna risposta, l’Avv. Rizzo dichiara “è inammissibile una trascuratezza simile, Via Carmine e le zone limitrofe come via Via Michele De Angelis sono nel degrado più totale come dimostra la foto scattata in giornata”.

18 COMMENTI

  1. Non vi piace via Carmine vendete casa e andate in Libia segreteria politica assessore del ponte

  2. ma con i problemi che ha l’italia ( dei costi di tutto aumentati a dismisura dai generi alimentari ai carburanti al metano di casa e dell’elettricita’)dei non politici,loro hanno i soldi e se ne fottono,ci dobbiamo preoccupare di queste lucine? sono roba vecchia e riciclata ,chi ha prenotato se ne andra’ scontento e poi si predica contro il covid,si vietano fiere e mercatini ma rimangono le lucine?

  3. Il Codacons si ribella per la qualita’ delle luci. NON SI RIBELLA PER LA LORO PERICOLOSITA’ IN QSTO MOMENTO DI PANDEMIA CON LA VARIANTE SUDAFRICANA MOLTO TRASMISSIBILE!!!!
    E’ tutta una porcheriaaaaaaaaaaaaaaa!!!!

  4. Sia serio anche il CODACONS. Il fatto è che le luci non si dovevano proprio mettere. Altro spreso di soldi pubblici solo per fare campagna elettorale

  5. È indecente il concetto delle luminarie di paese spacciate x un capolavoro soldi buttati a mare che schifo

  6. Il covid gli ha preso il cervello….poverini….
    Ma pensate a salvarvi il culetto…. invece di pensare alle stronzate….
    Mo c.mettevano.a cappella Sistina ….chist.stanno.proprio…afor…..!!!
    Tso… urgente p.sta.gent.

  7. Ormai il Codacons, fa solo politica, pensa esclusivamente ad attaccare questa Amministrazione.
    Pensasse al ruolo che dovrebbe avere e non a pianificare un futuro politico

  8. Ormai il Codacons, fa solo politica, pensa esclusivamente ad attaccare questa Amministrazione.
    Pensasse al ruolo che dovrebbe avere e non a pianificare un proprio futuro politico

  9. È indecente l’iniziativa, però voi li avete votati in massa per farvi mettere le lucine di S. Eusebio, ve lo meritate

  10. Perchè si continua a chiamare “Luci d’artista” ciò che è una ordinaria illuminazione natalizia!! Nessuna altra città, in cui le luminarie natalizie sono quanto meno eleganti, si sogna di chiamarle “Luci d’artista”! Qui si insiste, sperando di attrarre qualche provincialotto con zaino in spalla, panino nella carta stagnola e bottiglietta d’acqua portata da casa sua! Perciò, a pensarci bene, credo che i più provincialotti sono proprio coloro che, come chi scrive questi articoli, continuano a definire “Luci d’artista” quelle che sono soltanto pessime e tristi luminarie.

  11. Si preoccupano delle lucine su via Carmine ma nessuno parla del fatto che la tari è stata inviata con in rata già scaduta il 31 ottobre, un’altra con scadenza 30 novembre e L’ultima con scadenza 31 dicembre. Sapete cosa significa che la tredicesima mensilità ( per chi la percepisce) dei salernitani se la mangia il comune di salerno

  12. Si preoccupano delle lucine su via Carmine ma nessuno parla del fatto che la tari è stata inviata con in rata già scaduta il 31 ottobre, un’altra con scadenza 30 novembre e L’ultima con scadenza 31 dicembre. Sapete cosa significa che la tredicesima mensilità ( per chi la percepisce) dei salernitani se la mangia il comune di salerno

  13. Si preoccupano delle lucine su via Carmine ma nessuno parla del fatto che la tari è stata inviata con una
    rata già scaduta il 31 ottobre, un’altra con scadenza 30 novembre e L’ultima con scadenza 31 dicembre. Sapete cosa significa che la tredicesima mensilità ( per chi la percepisce) dei salernitani se la mangia il comune di salerno

  14. X quello che servono.. sono le stesse a rotazione da 7na decina d’anni, l’unica cosa che cambia è il costo che lievita anno x anno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.