Stampa
Tempo di tasse, tempo del bollo auto, il tributo legato al possesso dell’automobile iscritta al Pra, il Pubblico registro automobilistico, l’odioso balzello che va corrisposto ogni anno, a prescindere dall’utilizzo o meno del proprio veicolo. Ma forse non sapete che non tutte le vettura sono soggette a questo tipo di tasse: alcune lo sono solo per un periodo prestabilito e altre, al contrario beneficiano di un esonero totale.

Si parte dalle auto elettriche, le quali non pagano il bollo, anche se non a tempo indeterminato: l’esenzione infatti dura cinque anni. In ogni caso, alla scadenza di questo periodo la tassa da versare risulta decisamente inferiore rispetto a quella fissata per le auto a benzina, diesel e gas. Motocicli e ciclomotori, invece, dovranno corrispondere l’intera tassa. L’imposta è diversa da regione a regione, poiché, come specifica il Corriere della Sera, dal 1999 questi enti sono delegate dallo Stato a gestire le tasse automobilistiche.

E per esempio il Piemonte risulta essere una regione molto elastica circa il pagamento del bollo auto: le esenzioni infatti riguardano le vetture Euro 6 o superiori, oltre alle auto elettriche, a gas metano, a gas di petrolio liquefatto, o esclusivamente a gas metano o gpl di costruzione. Poi il capitolo delle auto a doppi alimentazione con impianto installato all’orgine: l’esenzinoe dal pagamento del bollo auto dura cinque anni, idem per le auto elettriche.

In Lombardia esenzione a tempo indeterminato per le vetture a idrogeno. E ancora, è previsto un incentivo di 90 euro per chi demolisce veicoli inquinanti. Viene garantita la grautià per tre anni della tassa di circolazione nel momento in cui si sostituiscono i mezzi inquinanti con vetture Euro 5 e 6 a benzina, a doppia alimentazione o ibride. Infine, c’è uno sconto del 50%, in assenza di rottamazione, se l’auto ibrida è immatricolata dopo il primo gennaio 2019.

Ultimissimo capitolo è quello che riguarda le auto d’epoca, ovvero quelle che hanno più di trent’anni, che non pagano bollo ma soltanto la tassa di circolazione che va dai 25,82 ai 31,24 euro. Lo stesso tipo di considerazioni vale per i ciclomotori. Infine i veicoli tra i venti e i ventinove anni di vita: il bollo auto si paga a metà, ammesso che si sia ottenuto il certificato di rilevanza storica.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.