Stampa
L’epidemia da Covid è ancora in espansione. Lo fa sapere il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), Silvio Brusaferro, in audizione in Commissione Affari Costituzionali del Senato sugli “Obblighi vaccinali e rafforzamento certificazioni verdi Covid-19″. “Siamo ancora in situazione epidemica. I dati aggiornati a ieri sera mostrano che sta ancora aumentando in termini di numero di nuovi infetti, con un’incidenza di 173 casi su 100.000 persone” tra il 29 novembre e il 6 dicembre”.

E si tratta “di un andamento della circolazione che tocca alcune fasce più di altre, mostrando una forte corrispondenza con la popolazione non vaccinata”. L’occupazione dei posti letto cresce di “un punto percentuale a settimana a livello nazionale” e “continua crescere anche in terapia intensiva”.

Così come “un Rt intorno a 1,2 indica che siamo ancora in una situazione di crescita della circolazione”, spiega Brusaferro. A proposito di vaccini, l’allarme riguarda la fascia di popolazione tra i 30 e i 49 anni, con la copertura vaccinale più bassa.

“La popolazione sopra i 12 anni vede ancora 6 milioni e 570mila persone che non hanno iniziato nessun ciclo vaccinale, molti sono in età lavorativa tra 30 e 60 anni. Tolti i ragazzi sotto i 30 anni, le coperture più basse sono nella fascia 30-49 anni, che e’ anche quella caratterizzata da maggior circolazione. Il dato positivo è che negli ultra 80enni sta crescendo in modo significativo la somministrazione della terza dose – dice il presidente dell’Iss – siamo arrivati al 57% in base ai dati di ieri sera”.

All’inizio della validità del Super Green pass si è registrato un aumento delle prime dosi che ieri sono state oltre 42 mila in più rispetto a quante fatte domenica, record di risultato dal 18 ottobre. Secondo il sito del governo, sono 47.434.836 gli italiani che hanno fatto almeno il primo vaccino, pari all’87,83 % della popolazione over 12. In totale sono 45.809.339 i totalmente vaccinati (84,82% della popolazione over 12) mentre le dosi addizionale/richiamo (booster) sono arrivate a 9.135.126.

Il responsabile europeo dell’Organizzazione mondiale della Sanità, Hans Kluge, ha intanto assicurato che “la vaccinazione obbligatoria deve restare l’ultima spiaggia”.

Sulla variante Omicron, Brusaferro rende noto che attualmente in Italia “ci sono 11 sequenze accertate, altre sono sospette, e colpiscono più regioni”, cioè Calabria, Campania, Sardegna, Veneto e la provincia autonoma Bolzano.

“Riguardano casi di persone che avevano transitato in Sud Africa o loro contatti stretti “, ha precisato il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità. A proposito del Veneto, il presidente Luca Zaia dice che se si continuerà con “questi incrementi quotidiani sicuramente per Natale il Veneto sarà in zona gialla”.

1 COMMENTO

  1. solo chiacchiere da iss da come hanno sbandierato si diceva che avevamo l’87% di popolaziione vaccinata,ma allora tutti questi contagi da dove vengono?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.