Stampa
Customers seated at tables outside a cafe eat breakfast in Rome, Italy, 01 February 2021. As many as 293,000 bars, restaurants, pizzerias and agritourism that survived the closures in the regions now classified in the yellow zone were reopened for table or counter service.
ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Peggiora la situazoje pandemica in Italia con alcune regioni che sono entrate in zone gialla, fascia dove ci sono maggiori restrizioni soprattutto per i non vaccinati.

Lunedì 20 dicembre altri territorio potrebbero avere lo stesso destino e seguire il Friuli, la Provincia di Bolzano e la Calabria nella zona gialla, secondo Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali.

Ricordiamo che il passaggio dalla zona bianca a quella gialla avviene considerando tre parametri: l’incidenza settimanale di nuovi positivi deve superare i 50 casi ogni 100mila abitanti; il dato viene sottoposto a controllo tre settimane di fila. Il secondo paramentro è il tasso di occupazione in area medica che non deve andare oltre il 15% e infine il tasso di occupazione in terapia intensiva il cui limite mattimo è il 10%.

Una delle candidate a passare nella fascia con maggiori restrizioni è il Veneto. “Penso che il bollettino di venerdì sarà da zona gialla”, ha detto il presidente della giunta regionale Luca Zaia. Il tasso di occupazione delle terapie intensive è al 13%.

È al 12% il tasso di occupazione delle terapie intensive in Liguria e al 18% in area medica mentre la Lombardia registra il 9% al primo dato e il 14% nei reparti ospedalieri.

Possibilità di cambio di fascia anche per le Marche. Le terapie intensive sono al 14% mentre resta al di sotto dei parametri l’occupazione in area medica al 13%.

Il tasso di occupazione delle terapie intensive è al 12% nel Lazio, dunque oltre al soglia del 10% ma resta entro il limite del 15% quello dei reparti ospedalieri, fermo al 13%.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.