Stampa

L’iniziativa IlluminiAMO Salerno e la OPEN OdV accenderanno una luce nel Natale dei bambini e dei ragazzi che, con i loro genitori, saranno costretti a trascorrerlo all’Ospedale Pausilipon di Napoli nel Dipartimento di Oncologia Pediatrica. In un periodo ancora difficile, per alleviare le ansie e per ricreare un clima di festa e attenuare l’isolamento dalla famiglia e dagli amici, l’iniziativa tende la mano alla solidarietà.

Domenica 19 alle 19 Pippo Pelo, infaticabile organizzatore e ideatore di IlluminiAMO, batterà all’asta 100 magliette realizzate dagli amici di Op2Gadget. Per aggiudicarsene una basterà collegarsi sul gruppo omonimo dell’evento.

«Grazie a tutte le donazioni raccolte e alla generosità degli sponsor offriremo ai piccoli pazienti il cenone del 24 e il pranzo del 25, rallegrati dalla presenza di Babbo Natale che distribuirà ricchi doni», annuncia Pippo Pelo.

Il cenone arriverà nei reparti del Pausilipon di Napoli, l’unico Ospedale Pediatrico della Campania dotato di un Dipartimento di Oncologia Pediatrica, che rappresenta un’eccellenza sanitaria punto di riferimento per accogliere tutti i piccoli pazienti campani anche in età adolescenziale che possono trovare qualificate risposte ai loro bisogni di salute, evitando di intraprendere viaggi fuori regione.

«A Natale siamo tutti più buoni, anzi più Buonissimi. Con il vostro aiuto la OPEN, dopo due anni di assenza obbligata, ripropone l’evento Buonissimi, sotto una nuova veste molto gratificante. Saranno coinvolti alcuni chef che nel rispetto delle indicazioni del nutrizionista clinico ospedaliero prepareranno manicaretti e leccornie, in monoporzioni sterili, che saranno distribuite nelle due festività. Sarà per tutti noi un Natale luminoso e ricco di bontà che ci scalderà il cuore», conclude l’ideatore.

In Campania, la strada con maggior numero di incidenti e di feriti è la statale 18 Tirrena Inferiore (rispettivamente 138 e 220). Quelle con più morti (4) risultano l’A1 Milano – Napoli (il tratto campano dal km.680 al km.760) e la SS 162 Asse Mediano, mentre alla Diramazione di Capodichino spetta il primato relativo al numero di incidenti per chilometro: 5,94.

È quanto emerge dallo studio sulla Localizzazione degli incidenti stradali dell’Automobile Club d’Italia che focalizza l’attenzione sui sinistri e loro conseguenze avvenuti sulla rete primaria nazionale, ovvero autostrade, raccordi, tangenziali e strade statali.

Secondo l’elaborazione dei dati effettuati dall’ACI Campania, lo scorso anno, su circa 3.600 km di strade costituenti la rete primaria della nostra regione, si sono verificati 1.446 incidenti in cui hanno perso la vita 58 persone, mentre 2.199 sono rimaste ferite: in pratica, 4 decessi ogni 100 sinistri.

Rispetto al 2019, la tendenza risulta in diminuzione, sia per quanto riguarda gli incidenti (-47%) che le loro conseguenze (-37% morti e -38% feriti). E non poteva essere diversamente, in quanto il 2020 è stato fortemente condizionato dalle restrizioni alla mobilità imposte dalle misure di sicurezza governative per fronteggiare la pandemia da Covid-19.

Resta, comunque, il dato significativo che un incidente su cinque ed un morto su tre si registrano sulla rete stradale principale campana, mentre, in termini assoluti, l’incidentalità è maggiormente concentrata nei centri abitati.  Infatti, il 75,3% dei  sinistri (5.335), il 55,7% dei morti (98) ed il 72,8% dei feriti (7.245) avvengono in ambito urbano.

Spostando l’attenzione sulla provincia di Napoli, la statale 162 Asse Mediano risulta la strada più pericolosa avendo registrato il maggior numero di incidenti (71), di decessi (4) e di feriti (109, in ex aequo con l’A3 Napoli-Salerno). La SS 145 Sorrentina si caratterizza per il più elevato coinvolgimento di veicoli a due ruote (38) e per numero di pedoni investiti (4), mentre spicca, ancora una volta, l’Asse Mediano anche per  numero di sinistri riconducibili a mezzi commerciali (14).

I dati non devono trarre in inganno, dichiara il Presidente dell’ACI Campania, Antonio CoppolaLa diminuzione degli incidenti e delle loro conseguenze registrata nel 2020 per cause eccezionali, estranee alla sicurezza stradale, con ogni probabilità la sconteremo quest’anno, con gli interessi, come dimostrano le anticipazione sul trend in crescita del primo semestre. L’incidentalità stradale resta un problema prioritario che non riguarda solo i comportamenti di guida, ma, anche e soprattutto, la qualità delle infrastrutture”.

“Se l’Asse Mediano conquista la palma nera della pericolosità non è un caso. Si tratta di un collegamento viario caratterizzato da elevatissimi volumi di traffico e, nel contempo, da precarie condizioni di manutenzione in termini di asfalto, barriere di sicurezza, segnaletica, illuminazione (praticamente inesistente) e pulizia. Sotto questo aspetto confidiamo in un deciso cambio di passo da parte della nuova governance della Città Metropolitana, visto che la precedente amministrazione è stata decisamente latitante anche in questo settore“.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.