Stampa
Tre giorni per evitare di staccare la spina. I trustee si interfacciano quotidianamente con la Federcalcio e attendono le offerte giuste. È una questione in primis di garanzie, poi di prezzo. Il cavalluccio – come riporta, nelle pagine sportive, il quotidiano “Il Mattino” oggi in edicola – potrebbe anche essere ceduto per una cifra intorno ai 15 milioni, di gran lunga inferiore a quella ipotizzata a luglio nelle perizie.

Impensabile una vendita secca in poche ore. Dal canto suo la Figc, quotidianamente in contatto con Melior Trust e Widar Trust, segnala sempre la volontà del totale rispetto dell’atto di trust (che non è presente in data room): un mese e mezzo dall’1 gennaio, non di più. Sembrano tre i maggiori indiziati per la presentazione di una proposta d’acquisto considerabile. Finora, è uscita allo scoperto solo la cordata di imprenditori meridionali in cui è presente Francesco Agnello, col quale ci sarebbero altri tre soggetti impegnati nel campo delle energie rinnovabili, delle costruzioni e degli elettromedicali. Si parla poi di un gruppo americano con riferimenti in Italia e c’è sempre anche il duo composto dal notaio Orlando e dall’avvocato Tedesco per una soluzione last second. Occhio anche a chi potrebbe muoversi nell’ombra come outsider e candidarsi intenzionalmente nelle battute finali.

8 COMMENTI

  1. Ragà, mettiamoci con l’anima in pace e cominciamo l’anno senza troppo intossicarci.. come và và.. tanto la passione e la fede mai nessuno le potrà cancellare.

  2. Ma chi volete che venga a investire.La Campania e la provincia di Salerno in particolare sono etichettate con la Croce nera.

  3. Ancora ipotesi su ipotesi, chiacchiere su chiacchiere!!! E’ un tormento! Basta, non se ne può più!!!!

  4. Purtroppo, anche se non lo si vuole capire, la situazione è fin troppo chiara…
    Ricapitolando:
    1.- LOTITO e MEZZAROMA, a giugno 2021, hanno consegnato, ai due trustee (alle condizioni stabilite da loro in quanto proprietari delle quote), il 100 % delle azioni della Società SALERNITANA calcio 1919. Ripeto: sono state “affidate” ai 2 trusteee (MELIOR TRUST e WIDAR TRUST) il 100% delle azioni, per poi essere vendute al miglior offerente, però sempre alle condizioni dei disponenti (cioè LOTITO e MEZZAROMA);
    2.- i 2 trustee, non avendo ricevuto offerte in linea con le aspettative dei disponenti LOTITO e MEZZAROMA, hanno rinviato di volta in volta (prima a settembre, poi a novembre 2021 e poi a dicembre 2021, senza che si fosse giunti ad avere offerte -ripeto – che rispecchiassero le aspettative dei disponenti LOTITO e MEZZAROMA. Quindi, non essendo pervenute ai 2 trustee offerte vicine alle richieste di 80 milioni, quelle arrivate sono state ritenute NON congrue e,quindi, NON accettabili.
    Questo perché, nell’atto di affidamento del 100% delle quote azionarie della Società SALERNITANA calcio 1919 di giugno 2021 ai 2 trustee, i volponi LOTITO e MEZZAROMA, avranno inserito qualche clausola “capestro” che, in caso di vendita che non rispecchia le aspettative dei disponenti (LOTITO e MEZZAROMA), questi ultimi potrebbero rivalersi nei confronti dei trustee…
    È chiaro che in tali condizioni, la Salernitana sarà venduta solo se sussistono le condizioni dettate dai 2 proprietari LOTITO e MEZZAROMA… cioè 80 milioni cash…non un euro in meno…
    In caso contrario, i due proprietari, in presenza di un atto di compravendita firmato dai trustee, inizierebbero una controversia legale in tribunale per far valere i loro diritti e per ottenere la cifra che loro vogliono incassare….
    3.- poi, qualcuno dovrebbe spiegare come si può acquistare un bene, versando subito una caparra del 5% ….
    Cioè: se io vorrei comprare un appartamento da una società di vendita in conto terzi, devo preventivamente concordarne il prezzo. Se il proprietario vuole 100 e io gliene offro 80 e ci si riesce a mettersi d’accordo per 85 o 90, si va dal notaio insieme (acquirente e venditore) e si firma il preliminare di vendita. Solo allora, ma solo allora, si versa la caparra che obbliga così il venditore a vendere alla cifra pattuita, né un euro in più e né un euro in meno…
    Nella vendita della Salernitana invece sembra che la caparra debba essere versata all’atto di invio di offerta, senza averne la certezza, da parte di chi vorrebbe acquistare la Società, che il venditore abbia accettato o meno il prezzo offerto e di cui si è già versata la caparra…
    Questa è una cosa allucinante….
    [email protected]

  5. Ma i due trustee sono pure pagati per decretare la fine della Salernitana ? Tanti soldi sprecati!! Davano l’incarico ad un commercialista cavaiuolo che lo faceva gratis!!

  6. Tre potenziali acquirenti il 29 dicembre. Il punto è che per comprare ci vuole uno che vende.

  7. La colpa non è Vostra, ma di chi permette queste accozzaglie 2 squadre una nei professionisti una nei dilettanti .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.