Stampa

E’ con soddisfazione, ma anche con preoccupazione, che F.I.A.B. Salerno (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) apprende la notizia di ammissione a finanziamento per 21 milioni di euro dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la realizzazione di una rete ciclabile intercomunale da Salerno ad Agropoli.

“Soddisfazione – dichiara Paolo Longo, Presidente di Fiab Salerno – perché finalmente potrà essere riqualificata un’opera costata svariati miliardi di vecchie lire e lasciata colpevolmente deperire per circa 20 anni. Preoccupazione perché le modalità, il
procedimento e la progettazione che hanno portato a questo finanziamento ci sembrano
ricalcare vecchie logiche, con il serio rischio che il passato si ripeta, e questo non ce lo
possiamo permettere”.

Fiab Salerno da anni, con convegni, campagne di sensibilizzazione e altre iniziative in
rete con associazioni del territorio, ha tentato di spiegare che la valorizzazione della pista ciclabile in litoranea, non può non passare che all’interno di una più ampia opera di riqualificazione turistica e ambientale dell’intera fascia costiera a sud di Salerno, ovvero è necessario creare preventivamente le condizioni di attrattività e fruibilità del territorio.

L’associazione ribadisce alcune delle proposte già avanzate in passato:

– I comuni interessati dalla pista ciclabile devono dotarsi ex legge n. 2 del 2018 di un
piano della mobilità ciclistica urbana che favorisca l’interconnessione ciclabile tra i centri
urbani e la fascia costiera (Biciplan di Area Vasta). Considerato che si tratta di un pista ciclabile di rilievo nazionale e internazionale (Ciclopista del Sole ed Eurovelo N° 7) sarà necessario coordinare le pianificazioni con quelle di rango superiore, provinciale, regionale, nazionale.

– Trasformazione della sp 175a in ztl creando così un’arteria ad utilizzo prevalentemente turistico e ricreativo. La strada provinciale Aversana, attualmente sotto utilizzata, dovrà soddisfare la domanda di mobilità est/ovest e quella pesante.

– Organizzazione da parte dei comuni interessati di un eccellente servizio di Trasporto
Pubblico Integrato per limitare l’uso dell’auto soprattutto nei periodi della stagione
balneare.

– Riprogettazione della pista ciclabile con criteri di bassa manutenzione.
Considerare da subito la possibilità di concederne la gestione ad un soggetto che ne curi
manutenzione ordinaria, pulizia e valorizzazione.

9 COMMENTI

  1. Ecco qua, come in città, pista inutile e dannosa. Si prendono i soldi ed i politici si fanno belli col nulla! Ora ce la moda dell’ ambientalismo-politicamente corretto. Buttiamo un po’ di soldi.

  2. La pista ciclabile vecchia è stata uno spreco. E’ servita solo la legna dei parapetti per scaldare la povera gente senza termosifoni. Il nuovo progetto è uno spreco. A mio parere sarebbe più utile utilizzare i 21 milioni per una Aversana più sicura e completa, fare parcheggi e chiudere al traffico la litoranea che sarebbe utilizzata solo dai podisti e i ciclisti. Questo non sarebbe certamente uno spreco.

  3. Ormai siamo al delirio, ad un completo scollamento con la realtà e con i reali bisogni della popolazione. Si vuole rifinanziare un’opera che già, in passato, è stata realizzata, seppur in parte, e tutti hanno visto la fine che ha fatto. Invece di riqualificare la zona, programmare azioni di abbattimento dei numerosissimi manufatti abusivi, rendere la zona sicura, allontanando e monitorando la dilagante delinquenza straniera e infine creare dei sistemi infrastrutturali per arginare l’erosione costiera, si pensa a creare un’opera che allo stato risulta solo l’ennesimo spreco di danaro pubblico, atto a foraggiare i soliti noti. Insomma è come se a un contadino si consegnasse prima la zappa e poi a distanza di anni il terreno in cui zappare, nel frattempo che attende questi che se ne deve fare di quell’attrezzo????

  4. Soldi buttati per un’opera che finirà distrutta come la precedente pista ciclabile fatta fare dall’ex presidente della provincia di Salerno Andria.

  5. e’ giusto non lasciare i poveri extracomunitari al freddo d’inverno e poi la pista ciclabile e’ gia stata fatta e guardate in che stato e’ ridotta,insomma in parole povere dobbiamo regalare ai soliti politici di ieri e di oggi soldi dei contribuenti per assistere ad un’altro spreco tipo l’aereoporto…un buco nero di euro,c’e’ poco da fare l’italia e’ governata da una parte dalle l’hobby e da un’altra dalla politica che in tutti i contesti si governa i suo giardino e la popolazione viene lasciata abbandonata.

  6. Cara F.I.A.B. Salerno il comune non è in grado di mettere neanche la segnaletica su quello cesso di pista ciclabile sul lungomare

  7. La pista ciclabile per parecchi chilometri partendo dal litorale magazzeno zona Pontecagnano, dove per ripristinare un ponticello hanno impiegato anni, paralizzando del tutto il litorale, e per tutta la marina del territorio di Eboli, esiste già, hanno già speso miliardi di vecchie lire, anzi buttato nel bidone dell’immondizia tante risorse, le amministrazioni proprietarie non hanno avuto nemmeno la capacità di effettuare la regolare manutenzione, e adesso ripropongono lo stesso progetto per zone ormai abbandonate da tutti e da tutto solo per sprecare ulteriori fondi che potrebbero essere invece investite per il vero sviluppo della zona costiera da vergogna per un paese civile.

  8. Spero che questo progetto vada in porto perchè davvero a salerno con bici monopattini ed altro c’è sempre il rischio di incidenti, e spero che se verrà costruita multino i ciclisti che circolano sulla strada normale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.