Stampa
“La salute è un diritto costituzionale”, inizia così il volantino scritto e diffuso da “Salerno in rete – Rete associazioni e comitati di Salerno” sulla sanità pubblica e di prossimità per garantire cure e salute. E sullo stesso tema, lunedì mattina davanti all’Asl di Salerno ci sarà una manifestazione pacifica di protesta proprio per chiedere cure per tutti. Lo riporta il quotidiano Le Cronache consultabile on line

Nel volantino scritto da “Salerno in rete” si legge ancora che… “L’andamento della pandemia e l’aumento dei contagi hanno fatto emergere tutta l’inadeguatezza dell’organizzazione sanitaria sul nostro territorio.

Nonostante le denunce e le sollecitazioni di molti operatori e di parte delle istituzioni locali le disfunzioni sono sotto gli occhi di tutti e le misure necessarie tardano a venire. – proseguono i referenti della rete di associazioni e comitati di Salerno – Ad oggi, per i 130.000 abitanti di Salerno c’è una sola USCA che, tra l’altro, non dispone ancora dei necessari strumenti per le diagnosi, nonostante sia trascorso un anno dall’avvio delle gare d’appalto.

Le USCA ed i Medici di base in coordinamento tra loro dovrebbero seguire e gestire i vari pazienti con immediatezza anche dividendo il territorio cittadino in zone.

I pazienti contagiati con pochi sintomi dovrebbero essere assistiti a domicilio, per evitare ricoveri impropri o aggravamenti tali da obbligare al ricovero. Già alcune attività diagnostiche ambulatoriali sono state bloccate e addirittura si riscontrano difficoltà nella gestione delle emergenze al pronto soccorso del Ruggi.

Ora dobbiamo scongiurare il blocco totale delle attività mediche e chirurgiche ordinarie nei nostri ospedali”. Ed è per questo che gli scriventi chiedono… “Che le USCA diventino tre come previsto dalla normativa”.

Ed ancora “la realizzazione di una quarta USCA scolastica; che almeno una USCA sia allocata in una struttura facilmente raggiungibile: la caserma Angelucci di Pastena con la collaborazione dell’Esercito; l’attivazione di altri due centri vaccinali visto l’alto numero di richieste”.

Proseguono poi chiedendo ancora… “che le farmacie comunali effettuino i tamponi gratuiti o ad un prezzo calmierato; che venga avviato da subito un programma di somministrazione a domicilio dei farmaci antivirali disponibili”. Infine si chiede “un coordinamento tecnico tra ASL, AOU e Comune per individuare le criticità e proporre soluzioni immediate”.

Per questi motivi “Salerno in rete – Rete associazioni e comitati di Salerno” richiede l’adesione di tutti i Consiglieri comunali, Gruppi civici, Associazioni e Cittadinanza comune, sperando di trovare in loro un appoggio utile e valido affinchè le loro richieste vengano accolte.

Fonte Le Cronache

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.