Stampa
L’infezione da coronavirus diventerà una semplice influenza? Negli ultimi giorni, complice lo scudo vaccinale che, pur non azzerando la possibilità di contagio, diminuisce fortemente le occasioni di morti e ricoveri per gli immunizzati, molti esponenti della comunità scientifica sembrano avvallare questa ipotesi

Così ad esempio l’immunologo dell’Università Statale di Milano Sergio Abrignani (in foto). In un’intervista al Corriere della Sera, il medico ha definito come “probabile” l’ipotesi per cui la malattia da Covid-19 potrebbe diventare simile all’influenza. Con una precisione: “Dobbiamo distinguere tra vaccinati e non vaccinati”

Solo per gli immunizzati, dice Abrignani, il contagio da Covid potrebbe essere paragonabile a un’influenza, “che infetta ogni inverno milioni di persone, è letale in circa lo 0,1% (1 per 1.000) dei casi ed è pericolosa soprattutto per gli ultra 70enni con patologie croniche importanti”

Abrignani guarda ai numeri. Fino alla primavera 2021 – prima che la campagna vaccinale contro il Covid-19 raggiungesse numeri estesi – il virus era letale “nel 2-3% dei casi”, con picchi quotidiani di “30-40 mila infezioni e 700-900 morti “. Ora la situazione, “con circa il 94% della popolazione ultra 60enne vaccinata con almeno due dosi e molti con tre, e con la variante Omicron che ha preso il sopravvento”, è diversa: “La media settimanale è di 172.500 casi e 216 morti al giorno”. La letalità è dello 0,12%, molto simile a quella dell’influenza, dice Abrignani

I SINTOMI – Riconoscere la differenza tra Covid-19 e influenza, all’insorgere dei primi sintomi, non è sempre semplice. Raffreddore, mal di gola, febbre e dolori muscolari accomunano infatti entrambe le patologie

A distinguere le infezioni è però il tempo di incubazione, che per l’influenza si aggira intorno ai due giorni, mentre per il coronavirus è più lungo (dai tre ai sette giorni). Inoltre, sintomi tipici del Covid-19 sono la perdita di gusto e olfatto, estranei all’influenza, anche se alcuni studi sembrano indicare come questi non siano diffusi con la variante Omicron. Nei positivi al coronavirus, inoltre, è più facile riscontrare anche mal di testa e tosse secca

I DATI COVID – A cavallo tra dicembre 2021 e gennaio 2022 (20/12 – 02/01), secondo i dati forniti dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss), sono stati 934.886 i nuovi casi di Covid-19 in Italia, con 721 decessi. L’incidenza dell’ultima settimana dello scorso anno è stata di 1098 casi ogni 100mila abitanti, quella dei sette giorni precedenti si era fermata a 429 casi. La fascia di età con la maggior incidenza è stata quella compresa tra i 20 e i 29 anni (2.144 casi)

I DATI SULL’INFLUENZA – Sempre guardando ai dati forniti dall’Iss, durante l’ultima settimana del 2021 il valore dell’incidenza dell’influenza è stato pari a 5,67 casi per mille assistiti. Nella fascia di età 0-4 anni l’incidenza è pari a 12,04 casi ogni mille assistiti, nella fascia di età 5-14 anni è di 6,05, nella fascia 15-64 anni di 6,11, tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni arriva a 2,94 casi per mille assistiti

MORTALITÀ – Durante la 51esima settimana del 2021, l’Iss riporta che i casi di mortalità totale (non solo legati all’influenza) hanno avuto una media giornaliera lievemente superiore al dato atteso, a quota 282 decessi, contro i 252 attesi. Non sono ancora disponibili i numeri relativi ai “casi gravi”, che potrebbero quindi aver comportato l’ospedalizzazione dei pazienti

Tra il 20 e il 28 dicembre 2021, riporta Fondazione Gimbe, la media dei decessi legati unicamente al Covid-19 è stata invece di 146 morti al giorno

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.