Stampa
“Le parole sono importanti e non vanno mai estrapolate da un contesto per essere poi strumentalizzate in altro modo. Sono rimasta senza parole nel vedere il mio nome, e di riflesso quello della comunità di San Marzano sul Sarno, associata ad un gruppo Facebook “Mamme per la pelle”.

Non c’entra nulla il colore della pelle, il continente o la cultura di altri popoli o altro.
All’associazione culturale “Mamme per la pelle” va la mia stima per la mission che da anni portano avanti.  Anzi, personalmente porto avanti tante azioni di promozione ed aiuto per i bimbi meno fortunati.

Con diverse Onlus ho partecipato alla costruzione di Pozzi o scuole in Burkina Faso, invio di aiuti alimentari. Inoltre, sono stata presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di San Marzano sul Sarno. Nessuna preclusione o pregiudizio verso nessuno.

Una mia fraterna amica è mamma adottiva di due splendide bambine brasiliane. Per questo mi domando: cosa c’entrano le adozioni in una risposta puramente politica ad attacchi ben precisi e contestualizzati della minoranza consiliare di San Marzano sul Sarno? Nella mia città esiste un’emergenza sicurezza legata all’integrazione tra stranieri, per la maggior parte extracomunitari provenienti dall’Africa del nord.

In particolare dal Marocco. Una parte della mia minoranza fa uscire tutti i giorni sui mezzi di comunicazione spregevoli notizie sugli extracomunitari, additandoli come la piaga della mia città, dicendo che creano disagio, che litigano, che si prendono a bottigliate – come è avvenuto il 26 dicembre scorso – che la città è insicura e allo sbando.

La mia risposta era ad un attacco politico preciso riguardo l’esistenza di moschee, cosa non vera, a San Marzano sul Sarno. Per cui da città vicine qualcuno mi ha chiamato dicendo: siete in Africa?
Per questo ho usato questo termine. Perché la notizia di moschee ed Africa, rivolgendomi ai miei concittadini in un discorso aperto con loro .

Ma extracomunitario o africano, da parte mia, non è termine per niente offensivo  e denigratorio. San Marzano sul Sarno, la mia comunità, è da anni aperta a tutti. Io amo i bimbi e nessuno è straniero nella mia città.
Le “mamme per la pelle” a San Marzano sul Sarno sono le benvenute e le aspetto volentieri per avviare insieme qualsiasi tipo di collaborazione.

Ma basta polemiche strumentali. Lo dico principalmente a chi, da parte della mia opposizione, è arrivato a fare tanto. Lo so.  Ma la finisco qui nel rispetto dei miei cittadini.
MAMME PER LE PELLE VI ASPETTO AL COMUNE”.

Così il sindaco Carmela Zuottolo, sindaco di San Marzano sul Sarno, risponde alle critiche di presunte accuse razziste in merito a una sua lettera in cui denuncia l’atteggiamento di alcune anime dell’opposizione sulla questione dell’emergenza sicurezza in città.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.