Stampa

Un’operazione di contrasto del fenomeno dei furti di materiali all’interno delle buste di rifiuti indifferenziati è stata condotta ieri sera in diversi quartieri della città. Il bilancio è di cinque persone, in massima parte magrebine, colte in flagrante. Sollecitato da Salerno Pulita, che nei mesi scorsi con il sindaco presentò anche un esposto alla Procura della Repubblica, l’intervento si è reso necessario perché i dipendenti della società partecipata sono ormai esasperati.

Il martedì mattina, infatti, trovano le buste aperte dai “cercatori di metalli” e di abiti usati e i rifiuti sparsi sui marciapiedi, cosa che appesantisce il lavoro – da contratto l’indifferenziato va raccolto meccanicamente con i carrellati – e soprattutto rallenta di diverse ore il completamento del servizio. All’operazione ha partecipato l’amministratore unico di Salerno Pulita, Vincenzo Bennet (con i responsabili dei vari servizi: Luca Oliva, Pasquale Memoli e Christian Cannavale) che, via telefono, inviava le segnalazioni alla polizia municipale che, a sua volta, era in contatto con la polizia di Stato.

Le persone colte in flagrante sono state intercettate a Torrione, alle spalle di Via Galloppo, in via Luigi Guercio-via Petrone, via Francesco La Francesca, via D’Avossa e via Marino Paglia. L’operazione è scattata alle ore 20.30 ed è terminata, in strada, alle 23.30. Le procedure di identificazione (tre fermati erano completamente sprovvisti di documenti) sono però continuate fino a notte inoltrata al Comando di polizia municipale e in Questura.

“Ringrazio l’amministrazione comunale, il questore e la Polizia municipale, in particolare il comandante Battipaglia e il capitano Elia, per l’operazione effettuata ieri sera. E’ un primo segnale ed altri ne seguiranno. E’ evidente, però, che al di là del problema dei rifiuti, c’e un problema di sicurezza”.

“Fin dalle prime ore della sera la città è in balìa di bande organizzate, provenienti da Napoli, i cui componenti entrano finanche negli androni dei palazzi e tutto ciò non è più tollerabile. Servono controlli serrati. Da parte nostra proporremo all’Amministrazione comunale e ai sindacati di ridurre l’orario di conferimento e di anticipare alla 22 l’inizio della raccolta dell’indifferenziato”.

Una delle persone fermate ha confermato agli agenti della polizia municipale che il materiale rinvenuto nei rifiuti a Salerno viene rivenduto la mattina successiva a Napoli al mercato nei pressi di piazza Garibaldi.

9 COMMENTI

  1. Finalmente qualcosa e qualcuno si è mosso!!!! E’ da sempre che il lunedì sera, fin dalle 20.00/20.30 girano questi soggetti, alla fine qualcuno ha deciso che ieri era giunto il momento di cominciare a fare qualcosa!!! Ma solo perchè gli operatori sono costretti a lavorare una mezz’ora in più o per evitare l’ulteriore degrado delle strade cittadine? Credo più nella prima ipotesi: lamenti degli operatori!!!

  2. Piazza Garibaldi a Napoli è il sito di riciclaggio di tutti i rifiuti indifferenziati della Campania.
    Praticamente subiamo il loro malcostume, dovendo subire gratuitamente ….. furti…immondizia per strada ….e turismo d’elite nelle nostre costiere.

  3. Spero vivamente che l’articolo sia stato elaborato unicamente perché non avevate altre notizie salienti da pubblicare, dal momento che ritengo disgraziato che è costretto a rovistare tra i rifiuti per campare, deprecabile è più il sarcastico lamento degli operatori ecologici che riferiscono la mole di lavoro aumentata. Coinvolgere le forze dell’ordine, che penso abbiano cose ben più serie e gravi da affrontare,e che, nonostante ciò’, vergognosamente si sono resi disponibili a chi forse ha rubato migliaia di euro al popolo salernitano, mi riferisco ai signori che gestiscono le amministrazioni e le cooperare appaltatrici, è inaudito! Vi è passata,solo per un momento, l’idea che per rubare nella spazzatura forse hanno fame?

  4. operazione che non serve a niente (purtroppo): sono nullatenenti!! io ripropongo la mia idea: il lunedi conferimento dalle 14 alle 19 e subito dopo inizio della raccolta

  5. Scusate ma la notizia è incompleta….
    Io il lunedì sera butto via carta da forno unta, nastro adesivo usato, poche cicche di sigarette, un vecchio CD e basta. Cosa vende a Napoli questo farabutto?

    Colpite i condomini, amministratori di condominio che NON FANNO PIÙ LA RACCOLTA DIFFERENZIATA.

    Colpite i LADRI DI CARTONE che operano in pieno giorno.

    VESTITI VECCHI portateli in Parrocchia o all isola ecologica

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.