Pioppi, Studenti e operatori balneari a lezione per diventare Tartawatcher

Stampa

Parte oggi il programma di monitoraggio dei nidi di tartaruga Caretta Caretta. Il Museo Vivo del Mare di Pioppi, in collaborazione con Legambiente e Stazione Zoologica “Anton Dohrn”, ha indetto presso la sede di Palazzo Vinciprova, una giornata di sensibilizzazione e formazione di Tartawatcher, rivolta ai ragazzi delle scuole (dalle 10,30 alle 12,30) e agli operatori balneari (dalle 16,00 alle 18,00), finalizzata al riconoscimento delle tracce di questo straordinario abitante del mare.

Sarà l’occasione per parlare dei comportamenti da adottare per contribuire alla tutela delle femmine nidificanti, dei nidi e dei neonati lungo le coste della Campania e per apprendere notizie inerenti l’ambiente marino, l’ecologia e la biologia della Caretta Caretta.

“Divulgare queste conoscenze servirà a creare dei Tartawatcher – spiega il Direttore del Museo Valerio Calabrese –  degli osservatori spontanei che potranno così contribuire alla protezione delle tartarughe. In concomitanza con il periodo di nidificazione che ha inizio a giugno, saranno attivati campi di volontariato sulla costa cilentana per tutelare il momento della nidificazione delle tartarughe.

Il controllo delle spiagge si svolgerà al mattino presto per verificarne la presenza di tracce di risalita. In caso di avvistamento di tartarughe o delle impronte lasciate sulla sabbia – prosegue – è importante contattare la guardia costiera o una delle associazioni della rete. Con il Museo abbiamo attivato ormai da un anno un centro di primo soccorso per le tartarughe in difficoltà a cui possono rivolgersi pescatori o cittadini che ne rilevino la presenza”.

A questa operazione di salvaguardia partecipa una fitta rete di organizzazioni  sotto la direzione scientifica della Stazione Zoologica “Anton Dohrn”: il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Wwf, Mare Vivo, NaturArt, Associazione Ardea, Area Marina Protetta di Punta Campanella, Ente Nazionale Protezione Animali Campania, Regione Campania, Area Marina Protetta Regno di Nettuno, Lipu, Tartarughe Marine in Campania, Tartarughe.it, Domizia – La Tartaruga del Litorale Domizio.

Da diversi anni ormai un gruppo di volontari si occupa di garantire la sopravvivenza dei nidi e la deposizione delle uova sul litorale cilentano, con turni di pattugliamento delle spiagge per la sorveglianza dei nidi fino all’emersione dei piccoli di tartaruga.

1 Commento

Clicca qui per commentare

  • Un tempo ti insegnavano il pugilato, canottaggio e anche un pò di basket, è ginnastica al vestuti.
    Nel 2022 stanno crescendo solo giovani che stanno davanti al bar con la pancia che arriva fino ai piedi, oppure davanti un centro scommesse. Un tempo a Salerno era lo sport che impegnava le persone, adesso li vogliono far diventare tutti attivisti. 2022 l’era dell’attivismo sociale.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.