fbpx

Salario minimo: Piero De Luca (PD), “Ora avanti per dignità lavoro”

Stampa
“L’accordo sulla direttiva UE sul salario minimo è un risultato fondamentale verso l’Europa sociale dei diritti. Il Pd è impegnato perché anche l’Italia faccia passi avanti ora per un mercato del lavoro più civile, a difesa della dignità del lavoro e di tutti i lavoratori”. Lo scrive su Twitter Piero De Luca, vicecapogruppo del PD alla Camera.

Salario minimo, raggiunto accordo su direttiva Ue

Nella notte tra il 6 e il 7 giugno è stato raggiunto l’accordo tra Consiglio, Parlamento e Commissione Ue sulla direttiva per il salario minimo. Ad annunciarlo è stata la Commissione per l’occupazione e gli affari sociali del Parlamento europeo (Empl) sul suo account Twitter. È “una tappa importante per l’Europa sociale”, ha commentato la presidenza di turno francese dell’Ue. “Nel pieno rispetto delle diversità nazionali, il provvedimento favorirà dei salari minimi adeguati nell’Unione e lo sviluppo della contrattazione collettiva”, si legge in un tweet.

Poi è intervenuta anche la presidente della Commissione europea. “Nei nostri orientamenti politici abbiamo promesso una legge per garantire salari minimi equi nell’Ue. Con l’accordo politico di oggi sulla nostra proposta su salari minimi adeguati, portiamo a termine il nostro compito. Le nuove regole tuteleranno la dignità del lavoro e faranno in modo che il lavoro paghi”, ha scritto su Twitter Ursula von der Leyen.

L’intesa dovrà ora essere approvata in via definitiva sia dal Parlamento sia dal Consiglio Ue, poi toccherà ai Paesi membri recepirla. Il ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli: “In Italia serve un salario minimo”. Il ministro del Lavoro Andrea Orlando: “Un passo importante per concretizzare l’Europa sociale e del lavoro”.

La situazione in Italia

Si tratta di un provvedimento molto atteso in Italia, tanto che il ministro Andrea Orlando lo ha definito “un assist per i lavoratori”: nel nostro Paese il dibattito politico sul tema si è riacceso in questi ultimi giorni fino a creare qualche tensione all’interno della maggioranza e del governo. L’Italia è tra i sei Paesi dell’Ue a non avere già una regolamentazione in materia, con una discussione aperta tra le parti sociali e all’interno del governo stesso. Oltre all’Italia il salario minimo non è stato istituito anche in Austria, Cipro, Danimarca, Finlandia, Svezia. Dove invece è già previsto, stando agli ultimi dati Eurostat, viaggia tra i 332 euro mensili della Bulgaria e i 2.257 euro del Lussemburgo. In Germania è pari a 1.621 euro.

4 Commenti

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Sentire parlare a questo di dignità e lavoro è veramente il colmo!

  • Ma questo è stato eletto a Caserta per fare il commentatore degli avvenimenti e delle circostanze?ma perché paghiamo sta gente con le nostre tasse?ma vi rendete conto che questo soggetto passa tutte le sue giornate a non fare assolutamente nulla di utile per la società e intasca anche uno stipendio per dire 4 stron..te ogni volta che viene fuori una notizia?????espo non ti permettere di cancellarmi il commento perchè violi un articolo della costituzione sulla libertà di espressione

  • Questo essere inutile si permette di parlare di lavoro….
    È stato presentato alle elezioni grazie a Papino, il Grande Bluff, e l’altro pagliaccio Renzi….
    Non è stato votato perché i salernitani seri ed onesti lo schifano…
    È stato ripescato forzatamente a Caserta grazie ad un magheggio…..
    Adesso sta sempre a Salerno con la famiglia a fare inaugurazioni, sopralluoghi inutili, comparsate, incontri “proficui” praticamente a produrre fumo con la manovella grazie a giornalisti venduti….
    E noi cittadini lo manteniamo come già abbiamo mantenuto Papino, il Grande Bluff…..

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com