Ancora una aggressione ad un lavoratore dell’Ospedale Ruggi di Salerno

Stampa
Esprimiamo, piena solidarietà e vicinanza al collega T.P. che durante il turno di lavoro del 21 luglio 2022, presso l’U.O. di Farmacia dell’A.O.U. Ruggi di Salerno, ha subìto minacce verbali e una aggressione fisica da parte di sconosciuti, all’interno della sua postazione di lavoro. Il motivo dell’aggressione è legato all’invito da parte dell’operatore sanitario  alla rimozione  dell’ autovettura di proprietà dello sconosciuto aggressore, parcheggiata all’ingresso dell’area destinata allo scarico merci, intralciando il passaggio dei mezzi trasportatori ed impedendo le attività di transito causando un notevole disagio alle attività lavorative.

“Il rispetto delle norme vigenti hanno portato il collega  a richiedere lo spostamento dell’autovettura che intralciava il libero transito e la possibilità di scarico e carico di medicinali e presidi per i servizi dell’ospedale – dichiarano all’unisono i delegati RSU CISL FP dell’Azienda Agizza Francesco – Apolito Alfonso – Biondino Gaetano – Cavaliere Salvatore – Coda Marco – De Chiara Giuseppe – Della Monica Annalisa – Di Pietro Bonaventura – Guariglia Antonio – Iannone Raffaele – Iuliano Elvira – Lopez Giovanni – Manciuria Ulisse – Mauro Luigi – Pallavicino Armando – Panzuto Giuseppe – Pumpo Vito – Ranaldi Rita – Siano Vincenzo – Stellato Pietro – scatenando gesti di estrema violenza da parte dell’utente.

“L’ennesimo atto vandalico a danno degli operatori sanitari. Il luogo di lavoro nelle aziende sanitarie da ormai troppo tempo rappresenta un luogo estremamente pericoloso per chi vi opera e finché le autorità competenti non decideranno incisivamente di tutelare attraverso un adeguato potenziamento dei servizi di tutela e sicurezza la situazione non può che aggravarsi. Rafforziamo un concetto semplice e fondamentale: a fine giornata il lavoratore ha il sacrosanto diritto di rientrare a casa   sano e salvo!! – concludono con rammarico i delegati della CISL FP.

Il collega, vittima dell’ennesima violenza, è stato trasportato presso il servizio di Pronto Soccorso, sottoposto ad indagini e cure per aver riportato lesioni e ferite da percosse e sembrerebbe che ad oggi sia ancora in osservazione. Una questione drammatica a carattere nazionale, ove emerge una marcata regressione sociale e culturale del nostro paese – dichiara il Segretario Provinciale della CISL FP Della Porta Alfonso – A partire dai Pronto Soccorso ma purtroppo anche in ogni servizio e struttura sanitaria pubblica, il rischio di aggressioni è diventata la norma non l’eccezione e bisognerebbe ristabilire presidi di sicurezza ed aumentare gli organici addetti alla vigilanza.

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.