Parcometri ad Angri, Confesercenti: “Commercianti e cittadini scontenti”

Stampa
È diventato un problema parcheggiare ad Angri. Oltre alla presenza dei doppi totem che, disseminati su tutto il territorio, non offrono un bello spettacolo e fanno cadere nel dubbio soprattutto gli avventori non residenti, quelli deputati a riscuotere la tariffa per parcheggiare sono scomodi e poco illuminati. Molti di questi non funzionano, creando non poca difficoltà alla collettività. Il grido d’allarme della Confesercenti Angri a nome del presidente Aldo Severino e dei tanti
commercianti associati e non, ma anche dei fruitori delle strisce blu in buona parte provenienti da comuni vicini.

“Si chiede un servizio migliore e di facile accesso, con totem ben illuminati, con tastiere poste ad altezza uomo per le tante persone anche anziane che non hanno possibilità di pagare con sistemi digitali – dice Aldo Severino presidente dell’associazione di categoria angrese – e poi più point informativi che offrano risposte alle tante domande degli utenti su un servizio che finora si è rivelato inefficace. Non ci dimentichiamo della problematica degli abbonamenti, oramai caduta nel dimenticatoio. Per non parlare del mancato frazionamento della tariffa che obbliga gli automobilisti all’esborso di
somme maggiorate a causa dei parcometri che non sono abilitati a dare il resto ai malcapitati utenti.

Paradossalmente – continua Severino – l’aspetto più funzionale, come giusto che sia, è però solo la presenza capillare sul territorio e il controllo degli ausiliari che fanno in maniera certosina il loro lavoro”. Anche Maurizio Orlando, componente del consiglio direttivo dell’associazione di categoria, si esprime sulla problematica: “Ogni giorno i tanti clienti, molti provenienti da fuori paese, si lamentano dell’assurdo stato di gestione del servizio, siamo stanchi di essere mortificati e subire una vessazione di questo genere, chiediamo un servizio migliore”.

La civiltà di un paese si misura anche attraverso l’efficienza dei servizi predisposti a favore della collettività e certamente tutto ciò non rappresenta per Angri un buon biglietto da visita, inoltre sta diventando una situazione insostenibile e snervante per chi, anche in questo periodo di caldo eccessivo, dinanzi ad un totem fuori servizio è costretto a fare anche un chilometro per trovarne un altro attivo, o non avendo monete, deve andare alla ricerca di chi possa cambiargli una
banconota o ancora per parcheggiare in serata deve cercare di illuminare i tasti con la luce del cellulare, nella migliore delle ipotesi.

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.