Maiori, Giardini in arte: il 4 agosto raccolta poetica di Perrino

Stampa
Poesia e arte arricchiscono gli spazi dei giardini di palazzo Mezzacapo a Maiori nell’ambito della rassegna Giardini in arte. Il gradito ritorno di Massimo Perrino scandirà la giornata del 4 agosto. L’autore presenterà Soli, ultima raccolta di 55 composizioni dedicate a Sergio Zavoli ed Emiddio Novi. Il giorno successivo prenderà il via la mostra d’arte Astratto Logico a cura di Pietro Collivasone.

Soli, perché stremati da una pandemia che ha fatto riversare all’interno le nostre paure e agitazioni. Soli, perché in un certo senso i social isolano, è un dato di fatto. Tutti con il naso in giù a scrutare i dispositivi quasi fossero slot machine dell’autostima. Una solitudine che è anche riscoperta ed emancipazione. Le diverse angolazioni del concetto nell’ultima raccolta di poesie a cura di Massimo Perrino.

L’autore partenopeo, precedentemente ufficio stampa della Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, presenterà presso i giardini di Palazzo Mezzacapo la sua ultima racconta di poesie. Un volume di 55 composizioni in lingua napoletana sul tema della solitudine, così in voga negli ultimi due anni proprio per le modalità di una pandemia che ha ristretto gli spazi comuni.

Dediche, tra gli altri, al D10s Maradona, scomparso due anni orsono. Ma anche a Ruggero Cappuccio, direttore del Campania Teatro Festival – della cui comunicazione si occupa lo stesso Perrino. L’evento è promosso dall’associazione Costieraarte, presieduta Silvio Amato nelle vesti di presidente e Adele Filomena direttore artistico, da anni dedita alla promozione artistica e culturale sul territorio di Maiori. Allo stesso Perrino sarà consegnato il premio Costieraarte, giunto alla decima edizione.

Per Massimo Perrino un gradito ritorno in questa accogliente comunità. Lo scorso maggio infatti, presso il Salone degli Affreschi di Palazzo Mezzocapo fu presentata la raccolta poetica “Il tempo che non vola”, edita da Graus con prefazione di Gennaro Sangiuliano, direttore del tg2.

Dal 5 al 12 agosto, invece, spazio all’arte di Pietro Collivasone. Pennello allievo di Maurizio Marioli, scomparso lo scorso novembre a Parona, che gestiva un famoso atelier nella sua città Natale, porto sicuro di tanti amici e artisti controcorrente, Collivasone si è avvicinato all’arte solo negli ultimi anni. Nel 2019, infatti, ha abbracciato, oltre alla giurisprudenza, l’amore per la pittura.

L’obiettivo è quello di mettersi affiancarsi a tanti suoi conterranei, che del contemporaneo hanno fatto un vero e proprio stile di vita.

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.