Arcigay querela l’avvocato Ferrentino

Stampa
È scontro diretto tra Arcigay Salerno e Raffaella Ferrentino, presidente dell’associazione Legalità e Trasparenza dopo quanto dichiarato da quest’ultima in occasione del Salerno Pride quando l’avvocato ha organizzato un “evento di preghiera “in riparazione” delle offese provocate alla fede cristiana dai “gay pride”. Oggi, il presidente Francesco Napoli – dopo aver valutato attentamente la vicenda che ha visto protagonista il comitato territoriale – in occasione di dichiarazioni pubbliche che hanno fortemente infamato l’organizzazione ed il suo Legale Rappresentante, e tutta la comunità lgbtqia+ del territorio, il presidente di Arcigay Salerno Francesco Napoli, ha provveduto nei giorni scorsi a presentare formale querela attraverso i nostri legali. “Dopo alcune settimane di riflessione, ed avendo superato il momento del Salerno Pride, sono pervenuto in accodo con i miei legali, alla decisione di sporgere formale querela nei confronti dell’avvocato Ferrentino a seguito delle sue dichiarazioni comparse su numerose testate locali, regionali e nazionali; dichiarazioni che abbiamo ritenuto fortemente diffamatorie della mia persona e dei contesti professionali ed associativi che rappresento.

Ritengo che sia un atto dovuto sotto molti aspetti. Innanzitutto a tutela della mia persona, della mia professionalità, dei valori che da sempre contraddistinguono il mio operato, primo su tutti quello della legalità – ha dichiarato il presidente Napoli – . In secondo luogo ho ritenuto indispensabili questo atto al fine di tutelare e rassicurare la mia famiglia e le comunità di persone che a me si affidano consegnandomi responsabilità di rilievo locale e regionale e che non possono e non devono essere turbate da parole francamente offensive ed infamanti, che lasciano subdolamente intendere fatti, circostanze e comportamenti a cui sono totalmente estraneo.

Un atto dovuto, quello di ricorrere alle vie legali, anche per testimoniare e ribadire il coraggio di stabilire limiti e confini del dibattito pubblico. Mentre ritengo indispensabile il confronto, talvolta anche aspro, nessuna ragione può indurre nessuno ad offendere o diffamare chi la pensa diversamente. Sento io per primo l’urgenza di testimoniare che si può denunciare quando ci si sente lesi nei propri diritti e nella propria dignità. Da decenni invito le vittime di violenza, offese e discriminazioni, ad affidarsi alla giustizia e a denunciare, non sarò io a tirarmi indietro.

Sono state settimane entusiasmanti per il successo del Salerno Pride, ma anche dolorose nel dover discernere ed affrontare questa brutta vicenda dalla quale tuttavia dobbiamo cogliere l’opportunità di ribadire che esistono e devono esistere limiti del vivere in comunità e stabilire che ci sono cose che non si fanno e non si dicono. Così come credo si debba cogliere questa occasione per ribadire la responsabilità dei mezzi di comunicazione nell’uso del linguaggio e nel veicolare dichiarazioni pubbliche lesive della dignità di altri. Linguaggi inclusivi, maggiore attenzione a ciò che si veicola ed allo spazio che si offre di visibilità a dichiarazioni poco rispettose, credo siano questioni che attengono alla professionalità di chi svolge una funzione fondamentale in democrazia che è quella della libera informazione.

Dunque un atto dovuto innanzitutto a titolo personale, ma sostanziato anche da questioni politiche ed etiche. Un atto che diventa anche un invito ed una testimonianza di vita rivolta a chiunque si senta vittima di violenza, abuso, discriminazione, offesa: si può e si deve denunciare, si può e si deve riaffermare la propria dignità, la propria autodeterminazione ed i valori in cui si crede. Confido fiducioso nella magistratura e nel percorso giudiziario che vedrà certamente prevalere i principi di legalità e rispetto delle e tra le persone”

3 Commenti

Clicca qui per commentare

  • Che testa fresca che avete, fate passare due parole per il problema più grande del mondo.

  • Ridicolo! Siamo al paradosso più assoluto: Offendete l’umanità e vi sentite offesi?

  • Il soggetto in foto è solito pedinare auto con conducente di sesso maschile solo…forse in cerca di partner o prestazioni sessuali

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.