La minaccia nucleare di Putin all’Occidente: “Non è un bluff”

Stampa
Il leader del Cremlino Vladimir Putin, ha tenuto un discorso alla sua nazione in cui ha annunciato una mobilitazione militare parziale in Russia. Le sue parole: «L’Occidente vuole distruggerci», ha detto. Poi ha aggiunto: «Sta tentando di trasformare il popolo ucraino in carne da cannone. Il nostro obiettivo è liberare il Donbass».

Il discorso dello zar

Stando a quanto dichiarato dallo zar, il governo russo concederà uno status giuridico ai volontari che combattono nelle regioni occupate. Secondo Putin, l’Operazione Speciale nei confronti dell’Ucraina era «inevitabile», in quanto «tanta gente in Ucraina non vuole stare sotto un regime nazista».

Poi in merito alla minaccia nucleare il presidente ha asserito: «Useremo certamente tutti i mezzi militari a nostra disposizione. Coloro che cercano di ricattarci con armi nucleari dovrebbero sapere che le abbiamo anche noi».

E ha aggiunto: «La leva militare riguarderà i cittadini che fanno già parte delle riserve e quelli che hanno svolto servizio militare nelle forze armate e hanno esperienza. I richiamati, prima di essere richiamati al fronte, svolgeranno ulteriore addestramento». Putin ha anche annunciato di aver disposto l’aumento dei volumi di produzione dell’industria militare. «Nella sua aggressiva politica anti-russa l’Occidente ha superato ogni limite», dice Vladimir Putin.

Il leader del Cremlino ha annunciato che userà «tutti i mezzi a nostra disposizione». Inoltre ha asserito che, i Paesi che hanno intenzione di utilizzare le armi nucleari, potrebbero scoprire che questa mossa potrebbe ritorcersi contro di loro. «Non sto bluffando», dice.

E a sostegno delle affermazioni di Vladimir Putin, c’è il decreto che proclama la mobilitazione militare parziale. Quest’ultimo è stato già pubblicato dal Cremlino. Secondo quanto previsto dal decreto, saranno i capi delle diverse regioni ad assicurare l’arruolamento nella quantità di uomini e nei tempi stabiliti dal ministero della Difesa. Il decreto in questione si applicherà a chiunque abbia avuto esperienze militari nell’esercito. I riservisti mobilitati ammonterebbero circa a 300 mila.

Fonte: NewsMondo

1 Commento

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.