Elezioni: ecco cos’è il tagliando antifrode, la novità di questa tornata

Stampa
Tra gli elementi di novità che stanno caratterizzando le elezioni Politiche del 25 settembre 2022 c’è il “tagliando antifrode”, applicato sulle tessere elettorali dal presidente di seggio prima che queste vengano inserite all’interno dell’apposita urna. Nello specifico, il tagliando antifrode consiste in un codice in grado di identificare la scheda specifica attraverso un numero che il presidente di seggio annota prima di consegnare la tessera all’elettore, per poi controllare la coincidenza della stessa prima che la scheda venga lasciata nell’urna.

L’applicazione del tagliando antifrode, stando a quanto giunge in queste ore dai seggi, starebbe tuttavia rallentando le operazioni di voto a causa della lungaggine provocata proprio dal tempo impiegato dal presidente di seggio per staccare il tagliando e applicarlo sulla scheda. Non solo, subito dopo il voto il tagliando stesso, una volta verificata la coincidenza delle sigle, viene staccato per garantire la segretezza del voto espresso. Una dilatazione delle tempistiche di voto che va naturalmente moltiplicata per i milioni di aventi diritto e che quindi, fosse anche per la novità della procedura, può provocare qualche ritardo e appesantire le code d’attesa per recarsi alle urne.

Il tagliando antifrode è uno strumento che nasce soprattutto per combattere la logica del voto di scambio, imperniata proprio sulla dinamica delle schede esterne già compilate. L’introduzione del tagliando antifrode è così spiegata sul sito del Ministero dell’Interno:

Ogni scheda è dotata di un apposito tagliando rimovibile, dotato di codice progressivo alfanumerico generato in serie, denominato “tagliando antifrode”, che è rimosso e conservato dagli uffici elettorali prima dell’inserimento della scheda nell’urna. Compiuta l’operazione di voto, l’elettore consegna al presidente la scheda chiusa e la matita. II presidente stacca il tagliando antifrode dalla scheda, controlla che il numero progressivo sia lo stesso annotato prima della consegna e, successivamente, pone la scheda senza tagliando nell’urna

 

1 Commento

Clicca qui per commentare

  • Non è una novità. Fù utilizzato anche nelle elezioni del 2018. SI votava come adesso per il governo. Questo tagliando non viene usato mai nelle comunali invece…. chissà perchè

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.