De Luca sul Reddito di cittadinanza: “Alla gente serve il lavoro. No al parassitismo”

Stampa
Vincenzo De Luca parla del Reddito di cittadinanza nella consueta diretta social del venerdì pomeriggio. Il Presidente della Regione Campania ha commentato una dei temi più caldi della campagna elettorale appena conclusa, o meglio, l’unico tema che ha davvero concentrato l’attenzione di tutti. Una campagna elettorale che ha invece trascurato argomenti come la politica energetica, il lavoro, il Pnrr, il Sud.

De Luca sul Reddito di cittadinanza: “No al parassitismo”

“Mantenere il Reddito di cittadinanza con una novità da introdurre: no al parassitismo. Sì agli aiuti alla povera gente, ma no al parassitismo. Su questa base credo che, con le modifiche necessarie alle leggi esistenti, noi possiamo dare una mano alla povera gente vera, aiutare chi non ce la fa, ma credo che la cosa fondamentale poi sia concentrarsi sul lavoro. Gli aiuti vanno bene e sono indispensabili, ma la cosa fondamentale per cambiare la vita della gente è il lavoro”.

“E questo è un altro tema che è stato completamente assente nella campagna elettorale, anche in chi si è presentato come difensore dei poveri. Dobbiamo dare ai giovani un lavoro stabile, altrimenti puoi dare tutti gli aiuti che vuoi, nessuno sarà in grado di farsi una famiglia, darsi un equilibrio di vita, rimanere in Campania o al Sud. Sarà obbligato prima o poi a emigrare”.

“Da questo punto di vista io continuerò a lavorare tenacemente nei prossimi mesi per verificare le condizioni per fare un nuovo concorso come Regione Campania per il pubblico impiego. Poi per sollecitare il Governo nazionale nell’attuare un piano per il lavoro per 300mila giovani da immettere nella Pubblica Amministrazione. Chiarirò ancora meglio nei prossimi giorni che piano del lavoro significa due o tre cose: primo, immissione di centinaia o migliaia di giovani, soprattutto laureati, nella Pubblica Amministrazione per coprire i vuoti. Siamo ridotti ormai a zero, non c’è personale neanche per svolgere il servizio ordinario. In queste condizioni anche il Pnrr è morto”. 

7 Commenti

Clicca qui per commentare

  • Ma se persino Bersani ha detto che gli si sprechi sono altrove, che ci sono 4300000 lavoratori al di sotto del salario minimo , che Cosa offrite e Cosa avete offerto fino adesso ….parole parole e cosa offre il sud precarietà ..

  • Questo dimostra che come tutti i suoi compari prima dicono una cosa poi fanno altro ormai come sempre deliria

  • Ma no lavoro a 600 euro al mese,oppure lavori 3 mesi,2 mesi cassa integrazione,eccc. !!!!

  • Alla gente serve il lavoro non clientelare, il lavoro che va ottenuto grazie alle capacità/competenze e non grazie alla segnalazione: prendi quello che è cosa mia. Per gli altri, perché non tutti sono abili al lavoro e tanti in là negli anni non potranno mai trovare un lavoro remunerato in base al CNLL, ben venga il reddito di cittadinanza. Per pochi imbroglioni che vanno perseguiti tanti altri grazie a questa misura han potuto mettere il piatto a tavola. Molti schiavi del turismo e della vendita al dettaglio han potuto dire no a turni massacranti e paghe irrisorie grazie al rdc. Possibile che un percettore di reddito debba passare per un parassita delinquente e un evasore per furbo e astuto, ma in che paese viviamo? Tutti conosciamo direttamente o indirettamente il classico proprietario di Porsche o Barcone e alla domanda: ma comm fa? Mah, è astuto

  • Sfortunatamente non siamo tutti figli di De Luca. Piero, senza concorso, ha avuto un ottimo posto nella pubblica amministrazione. Grazie papà

  • Certo vuoi dare lavoro per riavere i voti che ti sei perso. Date lavoro alla gente che merita davvero e basta con il clientelismo che è l’unica cosa che sai fare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.