Salernitana-Verona, il ricordo di Mandorlini: “Pago ancora oggi quegli screzi con Salerno”

Stampa
L’allenatore Andrea Mandorlini, presente al ‘Palermo Football Summit’, ha così parlato a TMW ripartendo dagli screzi avuti in passato con la Salernitana, risalenti a una decina di anni fa: “Vorrei spiegare certe cose, in quella situazione serve partire a monte. Il Verona era senza debiti, sano, mentre la Salernitana fu acquistata tre mesi prima della fine da Lotito, una cosa particolare. Io avevo un presidente in fin di vita e un ds che non c’era, avevo capito che il gioco era fatto, gli articoli erano tutti a favore della Salernitana e della promozione in Serie B. Mi sono preso in capo, per essere tutelati, la vicenda. Tutto ciò che è successo dopo è solo una conseguenza, un di più col quale ormai devo convivere ma che non mi tocca. A livello mediatico ne pago ancora, però non mi è stato tolto il sonno”.

Nelle sue ultime esperienze è mancata sinergia?
“Ho sempre in mente la prima volta che venne Setti a Verona, eravamo in Serie B. Eravamo davanti alla tavola, neanche mi salutò e mi disse che avrei dovuto lavorare in sinergia. Risposi che non vedevo l’ora di poter condividere l’aspetto tecnico e quant’altro”.

A Cremona cos’è successo?
“Da quando ho smesso di giocare ho voluto da subito allenare. Sentivo dentro il mestiere, ho fatto tanta gavetta e ne sono orgoglioso. Per qualcuno la strada è dritta, per me è stata piena di curve. Di sicuro ci ho messo del mio… Comunque ci vuole un rapporto tra uomini e a Cremona era completamente diverso. Così come competenze e conoscenze: c’è chi l’anno prima faceva l’autista e quello dopo il ds, o viceversa. Insomma, ho avuto problemi con l’autista… Comunque è passato, inutile rivangare”.

Quanto brucia la mancata promozione col Padova?
“Se non vinci sembra che hai fallito, ma siamo arrivati lassù e abbiamo perso i playoff all’ultimo calcio di rigore. Fa parte del percorso di crescita, sono esperienze che metti sulla bilancia. Tanti record, è mancata solo la promozione. Ma va bene, si accettano anche sconfitte”.

Non ha mai allenato al sud.
“C’è sempre una prima volta… Speriamo che prima o poi arrivi. I discorsi sono sempre stati molto politici. Allenare a Verona non è facile, quando vai in giro puoi avere qualche problema. Magari avrei potuto stemperare certe cose, ma ognuno ha il suo carattere e il mio è questo”.

L’ha cercata davvero il Catania?
“Non saprei…”.

Le sarebbe piaciuta?
“Catania è sicuramente una piazza importante, anche se servirà tempo vista la categoria in cui sono oggi”.

4 Commenti

Clicca qui per commentare

  • Uomo da quattro soldi..ti piaceva cantare ..adesso cantiamo noi “uomo di merda, tu sei solo un uomo di merda ..e che ci posso fare se sei un uomo di merda”…lallallala’ “

  • Ma che davvero vorrebbe impietosirci…?
    Come tutti va incontro alle conseguenze delle proprie azioni e paga il conto (salato)

    Forza granata

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.