De Luca sulla guerra: “Siamo ad un passo dal conflitto nucleare. Tentare la pace”

Stampa
“Abbiamo iniziato una mobilitazione che prevede una manifestazione a Napoli entro la fine di ottobre, per la precisione il 29, dove faranno parte associazioni che mirano a trasmettere un messaggio di pace. Abbiamo da febbraio a oggi uno scenario ancora difficile. Abbiamo sostenuto l’Ucraina a difendersi dall’invasione russa”.

“La Russia ha proceduto all’annessione di quattro regioni dell’Ucraina e minaccia l’uso di armi nucleari. Questi elementi potranno determinare una svolta diversa della Guerra e ci obbligano a intraprendere iniziative di pace”. Ad affermarlo il Governatore della Campania Vincenzo De Luca nel corso del suo consueto appuntamento settimanale.

“La Guerra non ha solo risvolti drammatici, sta avendo risvolti per la crisi energetica, sociale ed economica dei nostri Paesi. Abbiamo davanti mesi drammatici. L’Italia non deve essere un’appendice della Nato. Ci stiamo avviando verso una crisi sociale e  ad un passo dalla Guerra Nucleare. L’Italia, oggi con il Governo ed i suoi partiti ha il dovere di dire al popolo quale è l’obiettivo che stiamo perseguendo e le conseguenze di questa scelta”.

Il Presidente rincara la dose e va a fondo: “Non è in discussione la nostra appartenenza chiara al campo occidentale – sottolinea De Luca – e non è in discussione la solidarietà euro-atlantica, ma è in discussione l’ottusità e la chiusura del pensiero. Questo dev’essere messo in discussione, dobbiamo riaprire il varco per le ragioni della pace. Dobbiamo anche dire a quelli che ricevono le nostre armi per difendersi che nessuno poi può dire ‘decido io quello che si fa’. Mi riferisco ovviamente al governo ucraino”.

“Il presidente ucraino – dice De Luca – merita la nostra ammirazione per la resistenza che hanno messo in campo, tuttavia non può dire ‘non si dialoga con nessuno’. Chi non vuole dialogare con nessuno dovrà assumersi la responsabilità di risolvere i suoi problemi nazionali da solo. Chi sta resistendo con le armi, con i soldi, con il prezzo economico ed energetico pagato dai Paesi occidentali, non può dire ‘decido io’, decidiamo insieme se e quando promuovere un’iniziativa di dialogo e di pace”.

“Il primo obiettivo – sostiene De Luca – è quello di arrivare ad un cessate il fuoco in Ucraina di almeno un mese in modo da poter riaprire il varco per le ragioni della pace. Potrebbe risultare inutile ma almeno bisogna provarci. Quando vi sono le armi nucleari scompaiono i torti e le ragioni, i colpevoli e gli innocenti, rimangono soltanto i morti. Questo concetto deve essere assolutamente chiaro”.

“Non possiamo andare avanti per forza di inerzia e senza parlare chiaro. Se l’obiettivo è la vittoria militare dell’Ucraina bisogna dirlo, parlando anche delle conseguenze.

3 Commenti

Clicca qui per commentare

  • Anche stratega il ns.onnisciente governatore! Ovviamente parla di guerra per distogliere l’attenzione dai problemi di questa ns. disagiata città.

  • Invece di parlare a vanvera xcke non va a parlare con Vladimir e gli dice tutto magari porta pure il deputato ?

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.