Prete inibito ai sacramenti, don Galliano chiede spiegazioni anche al vescovo Bellandi

Stampa
«Prima di pubblicare un comunicato denso di accuse, avrebbero dovuto chiamarmi, rivolgermele personalmente, darmi l’opportunità di spiegarmi ed, eventualmente di difendermi».

Don Giuseppe Galliano ha scritto una lettera in risposta al comunicato dei vescovi, tra cui anche quello della Diocesi di Salerno, Andrea Bellandi, che invitavano i fedeli – come riporta il quotidiano “Il Mattino” oggi in edicola – a non partecipare ai suoi incontri in quanto dimesso dall’Istituto religioso per «ostinata disobbedienza alle legittime disposizioni impartite dai superiori in materia grave».

Il sacerdote, al quale è vietato di esercitare gli ordini sacri, ha sottolineato come nessuno gli abbia «contestato di persona alcunché. Alcuni di loro non li conosco, non li ho mai incontrati, pur avendo, in diverse occasioni, fatto richiesta di essere ricevuto».

1 Commento

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.