Nuova legge di bilancio: a rischio la Sanità e le Regioni del Sud

Stampa
La nuova legge di bilancio del Governo Meloni rischia di svuotare le casse di alcune Regioni, soprattutto per quanto riguarda il comparto sanitario.

Così le tensioni cominciano a crescere e durante la riunione della Conferenza delle Regioni non si è trovato l’intesa per la suddivisione del Fondo di riparto della Sanità per il percorso di Autonomia differenziata.

Ad opporsi all’applicazione del criterio del tasso di mortalità e di quello sulla deprivazione socioeconomica è la Lombardia, già destinataria di un miliardo di euro provenienti dalla mobilità sanitaria passiva del Sud.

Si prevede che le differenze economiche tra Nord e Sud, già nettamente marcate, andranno ad ampliarsi: nel 2023 il PIL meridionale si contrarrebbe nel 2023 fino a -0,4%, mentre quello del Centro-Nord, pur rimanendo positivo a +0,8%, segnerebbe un forte rallentamento rispetto al 2022. Il dato medio italiano dovrebbe attestarsi invece intorno al +0,5%.

È quanto emerge dal Rapporto Svimez 2022, giunto alla sua 49esima edizione, presentato lo scorso 28 novembre alla Camera dei deputati. Secondo le stime SVIMEZ, il PIL dovrebbe crescere del +3,8% a scala nazionale nel 2022, con il Mezzogiorno (+2,9%) distanziato di oltre un punto percentuale dal Centro-Nord (+4,0%).

“La sanità è il settore che richiede la massima attenzione e priorità e non può essere colpita da ulteriori tagli quando invece occorrerebbe fare maggiori investimenti i quali nel tempo si ripagherebbero da soli. Sia in termine di qualità della vita, di vite salvate, che di fondi ai quali poi bisognerebbe attingere in caso di emergenze” -dichiara il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli –

“Regioni come la Lombardia , dove una certa politica anti-meridionale ha dirottato la maggior parte delle risorse destinate anche al Sud, dovrebbe fare squadra invece di pensare a giocare da solista. Se il Sud affonda, che ha il potenziale più alto del Paese, trascina giù tutto il barcone.”

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernon[email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.