Ad ex moglie quota Tfr liquidata all’ex coniuge: sentenza Corte Appello Salerno

Stampa
ALL’EX MOGLIE SPETTA UNA QUOTA DEL TFR LIQUIDATA ALL’EX CONIUGE ANCHE SE LE È STATO REVOCATO L’ASSEGNO DIVORZILE: è quanto deciso dalla Corte di Appello di Salerno con decreto n. 4569/2022 dell’01/12/2022 – RGV 836/2022 a seguito del reclamo proposto dall’ex moglie avverso il provvedimento del Tribunale di Salerno che in primo grado le aveva negato il diritto a una quota del TFR spettante all’ex marito, con la motivazione che il diritto al TFR del marito sarebbe maturato con la comunicazione del licenziamento avvenuta dopo l’introduzione del giudizio con il quale all’ex moglie veniva revocato l’assegno divorzile.

Il reclamo veniva proposto dall’ex moglie col patrocinio dello Studio Legale Caponigro – De Luca del foro di Salerno sul presupposto che il reclamante/ex moglie alla data in cui è sorto il diritto al TRF dell’ex marito era ancora titolare dell’assegno divorzile. Argomentava lo Studio Legale che il diritto al TFR dell’ex marito non era maturato nel momento in cui egli aveva ricevuto la comunicazione del licenziamento, come sostenuto dal Tribunale di primo grado, ma alla data in cui il datore di lavoro aveva emesso il provvedimento di cessazione del rapporto di lavoro (ovvero la data effettiva del licenziamento presa in riferimento dall’azienda per il calcolo del TFR), che risultava essere prima dell’introduzione del giudizio con cui il Tribunale aveva disposto la revoca dell’assegno di divorzio.

La Corte di Appello di Salerno riteneva il reclamo ammissibile e fondato e, richiamando una recente sentenza della Corte di Cassazione n. 24403 dell’8.8.2022 (“il diritto del coniuge divorziato, che sia anche titolare del diritto all’assegno di divorzio, ad ottenere la quota del TFR del rapporto di lavoro dell’ex coniuge sorge nel momento in cui quest’ultimo matura il diritto a percepire detto trattamento e, dunque, al tempo della cessazione del rapporto di lavoro e non quanto l’importo è effettivamente erogato.”), accoglieva la richiesta dell’ex moglie riconoscendole il diritto al 40% del TFR spettante al marito, relativamente agli anni nei quali il rapporto di lavoro aveva coinciso con il matrimonio, per la somma di € 15.800,00 oltre interessi legali.     

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.