Salerno: Giudice proclama decadenza De Luca. Sindaco fa ricorso e sospende ordinanza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Vincenzo_De_LucaIl tribunale di Salerno ha dichiarato decaduto dalla carica di sindaco Vincenzo De Luca, viceministro alle infrastrutture, per incompatibilità con l’incarico di governo. Così la sentenza emessa dalla prima sezione civile che ha accolto il ricorso dei parlamentari del M5S. Il tribunale- presidente Giulia Carleo, giudice estensore Antonella Di Stasi – ha accolto il ricorso presentato nel luglio del 2013 dai parlamentari del Movimento 5 StelleAndrea Cioffi, Silvia Giordano e Girolamo Pisano, “dichiarando sussistente la causa di incompatibilità in capo al dott. Vincenzo De Luca, eletto sindaco di Salerno nel maggio del 2011 e nominato sottosegretario di Stato il 3 maggio del 2013, causa di incompatibilità prevista dall’ art.13 della legge 148/2011” e conseguentemente “dichiara la decadenza dello stesso dalla carica di sindaco del comune di Salerno”.

Per i giudici è «sussistente la causa di incompatibilità in capo a Vincenzo De Luca, eletto sindaco di Salerno nel maggio del 2011 e nominato sottosegretario di Stato il 3 maggio del 2013, causa di incompatibilità prevista dall’ art.13 della legge 148/2011» e conseguentemente «dichiara la decadenza dello stesso dalla carica di sindaco del comune di Salerno».

LA NOTA UFFICIALE DEL SINDACO. Il Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca appella all’ordinanza emessa in data odierna dal Tribunale Civile di Salerno. L’ordinanza, in base alla legge 150 dell’1/9/2011 Art. 22 Comma 8, resta pertanto sospesa. De Luca non ha mai fatto un passo indietro. E non lo ha fatto neanche oggi visto che ha già annunciato di voler ricorrere in appello e in base alla legge 150 del 1/9/2011 art. 22 comma 8, resta pertanto sospesa la decisione emanata stamani dalla prima sezione civile del Tribunale di Salerno (presidente Giulia Carleo, estensore Antonella Di Stasio).

“Il ricorso annunciato dal sindaco De Luca riguarda il rapporto interno processuale tra le parti, ovvero tra i rappresentanti del M5S e il primo cittadino di Salerno, ma non riguarda l’efficacia della sentenza nei confronti della cittadinanza che, con la pubblicazione nell’albo pretorio del Municipio di Salerno, potrà prendere cognizione dello status di decadenza”, avverte il legale Agosto che ha anche aggiunto che “dal dispositivo si evince come la carica di viceministro non viene proprio tenuta in considerazione, proprio come qualche mese fa emerse dalla delibera dell’Antitrust che faceva riferimento alla sola carica di sottosegretario”.

“Una condizione di per sé sufficiente – ribadisce – per integrare la causa di incompatibilità”. Ci va duro, invece, il senatore del Movimento 5 Stelle, Andrea Cioffi, che nel commentare la notizia ha parlato di “vicenda kafkiana giunta all’epilogo”. “É triste <b>- ha detto Cioffi -</b> che la magistratura debba intervenire per colmare i vuoti della politica”. Per i legali del sindaco De Luca, per rendere esecutiva la sentenza del tribunale civile è previsto il ricorso sia in Appello che alla Corte di Cassazione.

“É il primo caso in giurisprudenza su questo argomento – ha commentato l’avvocato Eliberto Ricciardi – non conosciamo ancora il dispositivo e le motivazioni”. Intanto, c’è attesa per la nuova convocazione del consiglio comunale di Salerno che dovrà decidere sulla spinosa questione dell’incompatibilità tra le cariche di sindaco e viceministro. Nell’ultimo consesso civico del 30 dicembre scorso la discussione saltò, in quanto in aula venne a mancare il numero legale.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.