I PROBLEMI DELLA CITTA’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
829
Stampa
Salerno_PanoramaContinua a restare aperto il Forum sui “Problemi della città” di Salerno. Gli utenti potranno esporre problematiche inerenti la quotidianità della city, disagi atavici in determinati quartieri, potranno parlare spaziando dalla politica all’attualità, alle grandi emergenze. Lo spazio è a completa disposizione degli utenti. Le vostre segnalazioni verranno consegnate periodicamente a chi di competenza”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

829 COMMENTI

  1. basta,la misura é colma, di fronte a indiscutibili opere fatte bene ce ne sono decine fatte male o incompiute ed ancora altre che non sono state fatte e che invece si doveva fare per prime; altrettanto numerosi gli sprechi (o furti di denaro pubblico) ed ancora di più le clientele,in tutti i settori toccati dal Comune. Forse non si otterrebbero risultati positivi cambiando amministrazione, ma bogna dare un segnale di speranza, bisogna cambiare. Cittadini che reggete questo impero xché é quello che vi ha comprato con un posto nelle municipalizzate, aprite gli occhi, é stata vendura la vostra libertá di pensiero!!

  2. Quanto è bello il nostro Natale.
    Si comincia qualche giorno prima e fino alla vigilia è un crescendo: assalto a mercati e supermercati, una folla impazzita che fa incetta di tutto ciò che è commestibile sobbarcandosi a file ed attese, quasi che alla data fatidica dovesse scoppiare una carestia. Pescherie e frutterie sono costrette a debordare fino alla strada per poter meglio offrire alla clientela famelica la varietà dei prodotti: compaiono magicamente frutta esotica sconosciuta e il pesce magicamente da surgelato diventa freschissimo, quasi guizzante, come i capitoni che si aggirano smarrite nelle vasche montate allo scopo. Leggi e Regolamenti ovviamente, sono tacitamente soppressi, visto che nessuna Autorità ha mai niente in contrario a questa apparato. Anche nei negozi c’è ressa per i regali, sempre gli stessi e quasi certamente costosi per chi li fa e inutili per chi li riceve. E’ il commercio, cherie, e se gira, tanto di guadagnato, anche se poi alla fine, c’è sempre chi dice che quest’anno si sono ridotti gli acquisti (ma aumentati i guadagni). Poi arriva il pomeriggio della Vigilia , tutti a scambiarsi Auguri preconfezionati con gift animate e pensieri sublimi, che mai nessuno metterà in pratica. E poi tutti davanti ai Bar per l’aperitivo, rigorosamente alcolico per avere più carica, tra la musica fuorilegge sparata dai locali, sedie e tavolini a volontà, tanto nessuno controlla. Poi il coprifuoco per la cena ittica. Natale, ci si sveglia verso le undici, nauseati per l’abbuffata, si fa il giro di telefonate e poi tutti a Messa, si ascoltano le invocazioni ripetute all’infinito, ci si scambia la stretta di mano calorosamente, sentendosi per un attimo buoni, anche se l’effetto è poco duraturo. Poi di nuovo a tavola, dove abbandonato il pesce si passa a divorare di tutto e di più. Non resta che riagurarsi al brindisi: Buon Natale!

  3. Tutto fa spettacolo ( e voti )!
    E’ immorale, in questo momento di crisi, elargire ad un signore ” di sinistra ” oltre 200.000 euro per 4 canzonette. Sul palco il dux ha parlato di giovani e di lavoro, ma quale lavoro se si continuano a spendere soldi pubblici senza ritegno.
    10.000 euro ad una signora avvenente per accendere delle lampadine di un albero prefabbricato ( sicuramente cinese ), ma non vi vergognate!!! Non si poteva, per esempio, far esibire diverse band locali, decine di ragazzi che avrebbero percepito anche un compenso…poveri giovani! Sono diventati solo elementi di demagogia dei soliti vecchi noti….Vergognatevi!!!!

  4. Grande Francesco!!!
    Hai centrato il problema. Canzoni vecchie di 20 o 30 anni. Un cantautore ( romano ) bravo, ma gia’ vecchio, che col cuore a sinistra percepisci importi esagerati che potevano andare a dei giovani del sud.
    I soliti artisti ( vedi Gino Paoli ) con conti milionari che fanno gli uomini di sinistra, ma con la tasca a destra!!! Poveri noi!!!
    Sperpero di danaro pubblico!!!
    Basta non ne possiamo piu’ di una citta’ involgarita da lucette e mangiatori di crocchè per strada. Non si può usufruire della propria città per il traffico, i turisti luminanti, l’inquinamento e la sporcizia. Ma basta!!! ridataci la nostra città senza volgarità di cattivo gusto, bar, rumori e ammuina…

  5. L’ARPAC ha intenzione di installare quattro centraline per misurare l’inquinamento atmosferico all’altezza delle Cotoniere perchè è presente molto traffico veicolare, mentre al centro di Salerno sono anni che si crea traffico lungo Corso Garibaldi per le doppie, triple file di auto, la visione delle luminarie da parte dei turisti e non si provvede ad installarne alcuna, meditate gente, meditate….

  6. Avete colto bene: servirsi del danaro pubblico, con le tariffe piu’ alte d’Italia, per comprarsi un consenso elettorale, non basato sui servizi essenziali o sulla qualità della vita ( tra le ultime ), ma bensì su fiere di paese, canzonette e cementificazione selvaggia. Questa è stata la Salerno europea del n(v)ostro capopopolo.
    A Voi le belle riflessioni!

  7. Quando De luca era sindaco il problema prostituzione zona stadio arechi era stato risolto.
    Adesso è di nuovo un puttanaio, poi parliamo di città turistica , proprio dove arrivano i turisti per prendere le navette per le luci d’artista , è pieno di prostitute.
    Tutto questo con le forze dell’ordine che non fanno niente per debellare il problema.
    Immagino il turista che quando arriva a Salero ” CITTA’ TURISTICA ” e anche del SESSO.
    CHE FIGURA DI ………..

  8. Ma quando finisce ‘sta cazz e ammuine”….Basta con questa città in ostaggio di orde di gente che alimenta solo bar e rosticcerie.
    Cosa da’ ai cittadini comuni? Solo disagi:traffico, sporcizia, inquinamento, caos…
    Speriamo sia l’ultima edizione, smettiamola di trasformare la città in una fiera di paese….una cafonata immensa!

  9. caro antonio, non essere miope, chiedi che porta il flusso di persone a tantissime attività: bar, BB, rosticcerie, pasticcerie, ristoranti, alberghi, negozi di regali ed abbigliamento, grandi magazzini, ecc stiamo parlando di circa mille negozi ( almeno 10.000 famiglie) che beneficiano del flusso turistico.
    ma ne capisci di turismo? cerca di sforzarti come tanti salernitani miopi e riuscirete a vedere il rientro economico delle luci, dei fuochi e delle altre attività culturali svolte a salerno nel periodo natalizio.

  10. questi spazi sono riservati solo a coloro che parlano male di de luca e dell’amministrazione, sono vietati (come succede nei paesi dell’est e durante le dittature) i commenti positivi sulle attività svolte dall’attuale amministrazione. peccato credevamo che solo in corea fosse vietata la libertà di stampa

  11. Io essendo gestore di un garage al centro,non posso dire che non ho benefici dalle luci d’artista. Però devo anche dire che il caos che si crea non è rapportato ai benefici che ne traggo io e altre attività. Ben vengano quelli che restano in città per qualche giorno e portano economia reale alla città,ma i visitatori di qualche ora sono solo cafoni ,sguaiati del circondario con i quali cerco di non avere a che fare,in quanto sono scostumati,diffidenti e squattrinati.

  12. SALERNO CITTA’ TURISTICA??? MA COME, DOVE… QUANDO??? PER LE CAZZO DI LUMINARIE??? PER UN MESE ALL’ANNO??? UNA CITTA’ TURISTICA, E’ UNA CITTA’ TURISTICA SEMPRE, MICA PER UN MESE ALL’ANNO??? UN PO’ COME DIRE DI METTERE LE GONDOLE A VENEZIA PER UN MESE ALL’ANNO, RENDENDOLA TURISTICA??? MA VERGOGNATEVI

  13. 10-9-8-7-6-5-4-3-2-1-0il grande albero di Natale si accendeva ed è costato circa 10000 euro,la Arcuri si è guadagnato 1000 euro al secondo,ma non potevano far contare ad un assessore donna da 10 a 0?E con quei soldi pagavano un posto per dormire alle persone che muoiono di freddo dormendo per strada?Ma che razza di paese è questo.

  14. La P.A. in Italia è una fonte di spreco di risorse pubbliche per incapacità, colpa o dolo dei suoi rappresentanti. Ma all’accertamento delle responsabilità, gli autori della magagna, non risultano mai identificabili, per la frammentazione delle competenze. Nessuno paga, quindi via libera allo spreco. Uno dei tanti esempi nella realtà cittadina è la costruzione di gazebo destinati a ambulanti extracomunitari sul Lungomare Marconi. Sono lì inutilizzati dalla fine dell’estate scorsa, il colmo è che di sera sono anche illuminati. E chi paga per questo spreco? E chi ne risponde?

  15. Come mai ci sono zone della città senza rete fognaria?in una una città che da lezioni di civiltà all’Europa,ed è vero.ma quando vedremo queste zone di città coperte dalla rete fognaria.a Roma ce una situazione uguale in una zona , ed il comune di Roma e stato condannato da una sentenza a fare i lavori per costruire la rete fognaria.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.