In Brianza la «banca» della ‘ndrangheta. Tra le vittime anche l’ex presidente della Nocerina

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Polizia_volante_Sant'AgostinoDecine di arresti in Lombardia e in altre regioni italiane, la polizia ha portato a termine un’indagine nei confronti di presunti appartenenti alla ‘ndrangheta operanti in Brianza. Tra gli imprenditori finiti nella morsa dell’organizzazione ci sono anche il vice presidente esecutivo del Genoa Antonio Rosati, il dg della Spal Giambortolo Pozzi e l’ex presidente della Nocerina Giuseppe De Marinis. Quest’ultimo ha anche subito un violento pestaggio per un debito usurario. Pozzi, invece, avrebbe ottenuto da alcuni degli indagati prestiti per 130 mila euro con tassi da usura.

Nell’ordinanza il gip spiega che, da Pozzi, gli indagati «ottenevano il rilascio di 36 cambiali per un importo complessivo di 198 mila euro e, per il rilascio delle cambiali, «la stipula di un compromesso di vendita (simulata) del suo appartamento». I dirigenti sportivi fanno parte di una lunga lista di imprenditori diventati vittime. Nessuno di loro ha mai presentato denuncia all’autorità giudiziaria.

Gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, riciclaggio, usura, estorsione, corruzione, esercizio abusivo del credito, intestazione fittizia di beni e società. L’organizzazione, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, avrebbe più volte fatto ricorso all’intimidazione e alla violenza, mentre in più occasioni sarebbe intervenuta per pacificare i dissidi sorti all’interno della stessa associazione «locale» di ‘ndrangheta o con altre organizzazioni criminali.

Fonte Corriere.it

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.