Trasporti: il 19 marzo sciopero nazionale e regionale di 24 ore

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
sciopero_trasporti_pullmanMercoledì 19 marzo, le OO.SS. Nazionali e Regionali hanno proclamato lo sciopero di 24 ore delle lavoratrici e dei lavoratori del tpl, con il rispetto delle fasce di garanzia, a sostegno della vertenza per il rinnovo del contratto, scaduto da oltre 6 anni, e per un provvedimento legislativo urgente per il rilancio del settore. Il taglio e la riprogrammazione dei servizi, combinati spesso alle crisi aziendali, stanno mettendo a dura prova anche la tenuta dei livelli occupazionali con ripercussioni drammatiche in diverse realtà. La confusione normativa su vincoli, obblighi, deroghe e proroghe sulle modalità di affidamento e sulla partecipazione alla proprietà delle aziende da parte delle amministrazioni locali, sta portando il settore nel più completo caos.

E ciò a maggior ragione in Campania dove il Piano di Riprogrammazione rischia di trasformarsi in un ulteriore taglio dei servizi. Riteniamo, inoltre, sbagliata la scelta della stessa Regione Campania di voler accelerare sulle gare per l’affidamento dei servizi minimi. L’incertezza delle risorse e l’assenza di precise garanzie sulla clausola sociale per i lavoratori renderebbero, infatti, ancor più precaria la situazione del settore.

In Europa, il settore del TPL è interessato da un processo di riorganizzazione rilevante che, con la nascita di grandi gruppi, punta a realizzare economie di scala liberando le risorse necessarie per gli investimenti.  Anche l’Italia comincia a muoversi in questa direzione con alcuni eloquenti esempi in Lombardia ed Emilia Romagna.

E’ tempo che pure la Campania realizzi un progetto industriale analogo, a partire dalla Provincia di Salerno dove, da oltre 30 anni,  resiste ancora una forte frammentazione  del sistema imprenditoriale (circa 50 aziende) che impedisce  la necessaria crescita dimensionale del settore comprimendo e mortificando, in alcuni i casi, i diritti dei lavoratori interessati. Occorre pertanto superare quest’anacronistico assetto favorendo la nascita di una sola azienda di trasporto che veda protagoniste il CSTP e la SITA SUD.

Il Segretario Generale  Amedeo D’Alessio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.