Riesplode la protesta dei lavoratori dei consorzi di Bacino

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Protesta_lavoratori_Consorzio_Bacino_sotto_Comune_11Il  21 marzo 2014 sciopero dei lavoratori dei Consorzi di Bacino della Campania e conseguente  presidio a Roma presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’appuntamento sarà preceduto a Salerno da una assemblea, il 20 marzo,  presso la sede della Funzione Pubblica CGIL di Corso Garibaldi alle 9.30.

Con la pubblicazione sul Burc della legge regionale 4/2014 di riordino del ciclo dei rifiuti le lotte e la mobilitazione dei lavoratori ha ottenuto un primo significativo risultato e finalmente si può avviare la riorganizzazione del sistema campano per uscire dall’emergenza perenne e imboccare la strada della piena occupazione dei lavoratori dei Consorzi di Bacino.

Infatti, come il Sindacato sostiene da anni la soluzione della vertenza Consorzi è la definitiva stabilizzazione dei lavoratori nelle attività di igiene ambientale esercitate dai Comuni. La legge regionale è lo strumento ma come già chiarito durante l’incontro con il Governo del 5 novembre 2013: il passaggio alle gestioni Comunali di tutti i lavoratori dei Consorzi seguirà un percorso che può richiedere tempo. Per questo la Regione ha proposto al Governo un progetto di reimpiego che punta a sostenere il reddito dei lavoratori attraverso il loro inserimento in attività lavorative che attengono al ciclo dei rifiuti e di riqualificazione professionale.

Delle risposte promesse dal Governo a distanza di mesi non c’è ancora traccia. Il Governo si deve assumere le sue responsabilità e onorare gli impegni e rendere disponibili le risorse per finanziare il piano e pagare decine di stipendi arretrati e sottrarre i lavoratori alle conseguenze di un disperante impoverimento

Il Presidente Caldoro e l’Assessore Regionale all’Ambiente per la loro parte devono continuare a pressare il Governo per riprendere il tavolo di confronto per autorizzare e finanziare il Piano presentato a novembre. Per conseguire questi risultati Le Segreterie Regionali FPCGIL FITCISL UILTRASPORTI FIADEL UGLAMBIENTE hanno già provveduto a proclamare lo Sciopero dei lavoratori dei consorzi di Bacino della Campania per sollecitare la Presidenza del consiglio dei Ministri a riconvocare urgentemente il tavolo di confronto.

A tutte le lavoratrici ed ai lavoratori come a tutte le OO.SS. si chiede di unirsi nella mobilitazione partecipando allo sciopero ed al presidio per sboccare la vertenza.

Giorno 21 marzo 2014 Sciopero dei lavoratori dei Consorzi di Bacino della Campania e Presidio a Roma presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri

Il Governo deve:

• RIAPRIRE IL CONFRONTO NAZIONALE SUL PIANO DI ACCOMPAGNAMENTO DEI LAVORATORI DEI CONSORZI IN ATTESA DELLA STABILIZZAZIONE E IL PAGAMENTO DEGLI STIPENDI ARRETRATI;

• SOSTENERE L’ AVVIO DEL TAVOLO DEL CONFRONTO INTERISTITUZIONALE CON L’ASSOCIAZIONE DEI COMUNI CAMPANI PER DEFINIRE TEMPI E MODALITÀ DELLA DEFINITIVA STABILIZZAZIONE DEI LAVORATORI NELLE GESTIONI COMUNALI.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.