TASI: oggi il Consiglio Comunale di Salerno approva la tassa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Comune_Salerno_esternoSono tre gli elementi che fanno assumere un carattere di manovra sociale ai provvedimenti che il consiglio comunale di Salerno adotta nel pomeriggio di oggi sulla Tasi, la tassa sui servizi indivisibili che si pagherà in due rate: la prima entro il 16 giugno, la seconda entro il 16 settembre. L’assemblea municipale decide in un’assise straordinaria convocata nell’ultimo giorno utile di applicare regole che pesano il giusto nelle tasche dei cittadini, fanno fare cassa al Comune ed evitano di compromettere l’ordinaria gestione della macchina amministrativa.

Siamo in grado di anticipare i contenuti della manovra Tasi: il primo punto è l’aliquota sulla prima casa, ridotta dal 4.7×1000 al 3.3 xmille. La detrazione fissa sarà variabile dai 200 euro per rendite catastali fino a 250 euro, ai 100 euro per rendite fino a 750 euro a 0 per rendite catastali superiori. Le famiglie che hanno figli con meno di 26 anni di età potranno usufruire di una detrazione pari a 30 euro per ogni figlio. Inoltre, alle abitazioni principali vengono assimilati tutti gli immobili dati in comodato d’uso gratuito a parenti ed affini di primo grado. Infine, vengono equiparati alla prima casa tutti gli alloggi realizzati con la legge sul disagio abitativo. Ovviamente dai provvedimenti sulla Tasi è esclusa l’Imu sulla seconda casa, la cui aliquota resta fissata al 10.6xmille.

 

DIRETTA TWITTER DAL CONSIGLIO COMUNALE DI SALERNO


Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Ho appena fatto il calcolo , un salasso! in pratica un mese di stipendio va via tra tasi e imu

  2. se dal 4 e qualche cosa dell’anno scorso il comune mette il3.3, cioè il massimo che può mettere, ma conferma tutte le detrazioni passate io vedo cmq un abbassamento della tassa e non una nuova tassa o una tassa al rialzo, al contrario di quanta afferma certa “gente”senza neanche ancora sapere di che parliamo…

  3. lo scorso anno stavamo al 4.7 il massimo per quel periodo, oggi siamo al 3.3 solo perchè il primo cittadino, non può alzare l’aliquota per legge, mentre le detrazioni erano di 200 euro per la prima casa, e 50euro per ogni figlio a carico con max 26anni, quest’anno le dtrazioni sono in base alla rendita catastale e di soli 30 euro a figlio

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.