Monsignor Moretti cambia la processione di San Matteo: niente ingresso al Comune e in Finanza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
22
Stampa
Arcivescovo_Moretti Lo aveva detto lo scorso anno alla fine della processione: “Ho sentito più applausi che preghiere”. Un monito quello dell’Arcivescovo Moretti che si concretizza con la prossima processione di San Matteo. Più sobrietà, più preghiera, più partecipazione e meno dispersione. Sono queste le linee guida della Curia salernitana che, nel corso di una conferenza stampa, ha illustrato le novità per la prossima processione di San Matteo.  Niente più inchini ad personam: “si devono inchinare i fedeli ai Santi e non viceversa”. Meno distacco tra le quattro statue e durante il percorso non ci saranno  ingressi né nella caserma della Guardia di Finanza né all’interno del Comune. La scorta ai santi, inoltre, non verrà effettua da militari armati come accadeva in passato.

“Le statue saranno vicine, faranno blocco unico rispettando le distanze e si muoveranno all’unisono – ha detto Moretti -. Se preghiamo, preghiamo tutti. Se cantiamo, cantano tutti così se ci fermiamo accade la stessa cosa per tutti. A tal proposito riconosco la collaborazione dei portatori. Ci sarà un momento alla partenza, di introduzione di riflessione alla preghiera, poi ci si avvierà.  Cercheremo di evitare tutto ciò che era motivo di dispersione . Non faremo le soste classiche. La processione sarà caratterizzata, durante il percorso da alcuni momenti di preghiera: per i sofferenti, per  il mondo del mare, il lavoro. Cerchiamo di portare la vita nella preghiera della processione. Ci sarà poi la preghiera alle istituzioni e poi il momento conclusivo sul’atrio della cattedrale dove si concluderà la celebrazione”

Arcivescovo_Moretti_conferenzaMoretti aggiunge: “Riferimenti a situazioni private non ce ne saranno. Rivisto anche il discorso degli inchini. I santi non fanno gli inchini alle persone è il contrario”. Le statue gireranno su se stesse in alcuni punti significativi: sul Corso Vittorio Emanuele, all’inizio per offrirsi alla venerazione di tutta la gente come accadrà sul Corso Garibaldi prima delle Poste Centrali. Ci sarà anche un momento di preghiera davanti all’Annunziata restaurata e riaperta recentemente” Il Vescovo ha poi ribadito: “A me piacerebbe che, attraverso l’informazione, la gente fosse aiutata a capire ed a partecipare, in modo adeguato alla processione. Gli applausi? Non dico che non bisogna fare gli applausi ma se le cose rimangono nel buon gusto e nel rispetto aiutano. Se diventano cose di disturbo non servono a nessuno”.

L’INTERVISTA A MONS. MORETTI

LE NOVITA’ DELL’ARCIVESCOVO MORETTI

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

22 COMMENTI

  1. San Matteo era un esattore delle tasse, per questo è il patrono della G. di F. (e non solo).

  2. sono arrivati gli immigrati e non ho sentito una parola da lui, totalmente assente…… è troppo preso dall’organizzazione della processione sto buffone magnone romano!!!!!!

  3. Bravo!!! L’anno scorso mi ripromisi che non avrei aspettato l’arrivo del nostro patrono, ma se davvero sarà cambiato il modus vivendi di questa citta ,allora tutto rientra nel rispetto della sacralità del momento che ogni salernitano deve sentire…..e basta!!!

  4. non può stravolgere la processione di San Matteo, qualcuno gli faccia capire che l’ingresso al Comune alla Guardia di Finanza di cui San Matteo è Protettore e quant’altro vuole cambiare fa parte della ns “salernitanità”, quindi fuori le beghe politiche che si vogliono creare.
    I salernitani chiedono le loro “tradizioni” Mons. MORETTI se vuole stravolgere i ns modi di essere ci faccia il piacere diceva TOTO….. se ne ritorni da dove è venuto!!!!!!!!!!!!!

  5. eliminiamo anche i fuochi le giostre ed il programma civile gia eliminato da anni nel 2018 verra eliminata anche la processione e poi faranno solo la messa

  6. Per me Monsignore sta sbagliando,la sua iniziativa va considerarata come un offesa ai suoi precedessori che onoravano la Processione come il desiderio del popolo salernitano,poi essendo stato portatore non si puo fare una Processione con una sola banda musicale,essa serve per portare il passo uniforme e con 6 Santi non è possibile, poi Monsignore sappia che onoriamo SAN MATTEO perchè è il primo difensore della ciittà e automaticamente gli applausi vanno a Lui e a chi la governa al momento, poi fra un paio di anni si vedrà.Invece prenda provvedimenti agli organizzatori della Processione,quello verificatosi lo scorso anno è vergognoso,ognuno camminava per i fatti suoi,i Santi non erano in successione cadenzata,,i Preti, le associazioni,e altre strutture sembravano che facessero una passeggiata,altro che preghiere,quindi una regolata generale ,ma Moretti facci godere il nostro protettore noi rispettiamo uno statuto che da secoli la Chiesa Salernitana ha onorato.

  7. di dire, di pretendere e di assistere allo svolgimento di tutte le pagliacciate che si fanno nella provincia….galline…puorc….e animali bellamente assortiti !! Troppo comodo bacchettare a “orologeria”!

    cavalluccio di mare

  8. Eminenza, mi vanno bene le correzioni ma abbia anche il coraggio di scrollarsi di torno prelati che hanno macchiato per i propri interessi la Curia Salernitana, altrimenti pure Nunzio Scarano ed il suo segretario stanno bene in processione.

  9. ….non sono d’accordo…ma perché a salerno tutto diventa infernalmente complicato dopo i figli delle p…… che stanno rompendo … ci mancava anche quest’altro ora!

  10. Finalmente qualcuno che riporta le cose come da antichissima tradizione. E questo, “I VERI SALERNITANI” lo sanno benissimo. Non lo sanno certe truppe cammellate che si spacciano per salernitani veraci, ma che in realtà sono i “BRAVI” di “DON RODRIGO”! Capisc’ammè!!

  11. Caro tuosignore Moretti
    perchè non pensi a Nunzio Scarano, al cardinale Martino e ai preti pedofi invece di occuparti della fila della processione. Per fortuna tu passerai, S.Matteo resta con Salerno, gli inchini e la devozione popolare fatta anche di applausi, botti e fuochi.

  12. Abitiamo a pochi metri dalla chiesa di S.Margherita e si verificano i seguenti inconvenienti.Premesso che è arrivato un parrocco intelligente e fattivo lo si vede nella seconda foto del servizio postato.Tuttavia va bene tutto all’interno della chiesa,ma l’uso delle campane come orologio è vietato espessamente dalla legge perche’ non costituisce esercizio di culto.Oggi poi tutti hanno orologio o telefonino.Le campane o la loro registrazione suonano almeno 30 volte al giorno con volume altissimo.D’estate siamo costretti ad alzare al massimo il volume della Tv se vogliamo ascoltarla.Il piazzale è spesso dato a concerti e cantanti come se fossero in un teatro (ieri sera fino alle 11’45) obbligandoci ad ascoltare oppure uscire di casa.Il parrocco è veramente eccezionale, ma dovrebbe pensare anche che viviamo vicinissimi e almeno d’estate.L’uso delle campane non puo essere indiscriminato tanto piu’ se non collegate a funzioni liturgiche anche se tutelate dall’art 2 del concordato.GRAZIE GRAZIE

  13. Oggi 9 Luglio 2014,pubblicamente, ringrazio la direzione di Salerno Notizie per avere rimesso l’art riguardante sua Eccellenza Moretti.Nel contempo devo ancora una volta denunciare che lo spazio all’aperto della canonica della chiesa di S.Margherita, fino alle ore 1di questa notte ha ospitato una festa tra giovani con applausi,grida e altro con buona pace per noi che abitiamo di fronte.Trasformare la chiesa in un pub francamente non m’interessa,ma che il parroco agisca di conseguenza questo si’.Spero che il vescovo, oppure il parroco, leggano e provvedano o che qualcuno lo segnali loro.Senno’ cosa dobbiamo fare?

  14. E’ una manifestazione pagana che non a niente a che vedere con la vera spiritualità: Le procesioni vanno abolite per questo. E se non bastasse perchè ormai sono diventate occasioni per le varie criminalità per acquistare legittimazione agli occhi di un certo popolo
    ”bue”. Basta con gli inchini. Basta con la mafia delle processioni. La fede se una ce l’ha dve essere un fatto intimo.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.