Salerno: clausola sociale nei bandi di gara per l’appalto di lavori e servizi del Comune

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
cammarota_5L’Avv. Antonio Cammarota, consigliere comunale città di Salerno e Rosario Peduto, portavoce cittadino di Fdi – An premesso che, nell’ambito degli appalti pubblici e dell’interesse pubblico perseguito, gli affidamenti di beni e servizi possono realizzare, oltre alle finalità di natura economica, anche obiettivi sociali, e quindi costituire un fattore di sviluppo dell’economia locale nonchè creazione e mantenimento di occupazione per chi versa in condizioni di svantaggio fisico, sociale, economico;

– che sempre più spesso, per coniugare sviluppo e coesione sociale, nei capitolati di appalto le Pubbliche Amministrazioni introducono clausole sociali, ovvero condizioni, criteri, elementi di valutazione e di selezione delle offerte con l’obiettivo di perseguire finalità sociali, come da ultimo i vicini Comuie di Baronissi e Bellizzi;

– che, anche l’Unione Europea ne favorisce tanto che l’art. 69 del Codice degli Appalti, in recepimento di questo indirizzo, dispone che le stazioni appaltanti possono esigere condizioni particolari per l’esecuzione del contratto, in particolare per esigenze sociali, e nel 2010 la Commissione ha dedicato alle clausole sociali un’apposita Guida alla con la quale ha ribadito la possibilità, e l’auspicio, che gli Stati membri inseriscano le clausole sociali nei capitolati di gara;

– che la nostra terra e la nostra gente vivono un momento di crisi economica, sociale e valoriale mai così in precedenza; tanto premesso,

CHIEDONO

Che venga convocata la commissione consiliare competente, e con richiesta di audizione, e quindi inserire nell’odg del prossimo Consiglio Comunale l’oggetto della presente istanza; e, al contempo 

INTERPELLANO

Il Sindaco e l’Assessore competente per conoscere la volontà o meno dell’Amministrazione Comunale di rendere obbligatoria, nella redazione dei bandi di gara, la presenza di una “clausola sociale” con cui impegnare i concorrenti a reperire maestranze locali con preferenza a giovani, disoccupati, e quindi chi versa in disagio fisico, economico, sociale.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.