Ospedale Scarlato: Scafati come S.Angelo dei Lombardi, riabilitazione e struttura al servizio della Regione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
incontro_Aliberti_OspedaleIn mattinata il sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti ha visitato assieme al D.G. dell’ARSAN, prof. Angelo Montemarano, alla dott.ssa Sara Caropreso componente della stessa Agenzia Regionale Sanitaria e al dott. Andrea Inserra, l’Ospedale di S. Angelo dei Lombardi, ottimo centro riabilitativo cardiorespiratorio, neurologico e ortopedico affiancato da una importante struttura ospedaliera con un Pronto Soccorso, radiologia, chirurgia, laboratorio analisi, e terapia intensiva, caratteristiche che lo inseriscono nella rete dell’emergenza. La visita arriva alla vigilia della modifica del decreto 49 e della revisione del nuovo Piano Ospedaliero regionale previsto entro il 5 novembre prossimo e sulla quale sta lavorando l’ARSAN alla luce del decreto Balduzzi e per dimostrare nella pratica quello che potrebbe nascere anche presso l’Ospedale Mauro Scarlato grazie all’impegno del Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro così come più volte promesso e dell’ARSAN, per rispondere alle esigenze della comunità.

Il sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti: “Il nostro obiettivo principale resta il reinserimento di Scafati nella rete dell’emergenza con l’attivazione del P.S e la modifica al decreto 49. Ci stiamo muovendo a tutti i livelli istituzionali per restituire a Scafati e a tutti i territori confinanti il Diritto alla Salute, anzi, il progetto che mi è stato presentato questa mattina dall’ARSAN ritengo possa essere una grande vittoria per la nostra Città, risultato che andrebbe di gran lunga oltre il modello di Ospedale a cui ci siamo abituati e che avevamo precedentemente: una grande risorsa per Scafati e tutta la Regione Campania che potrebbe portare benefici non solo per la salute dei cittadini ma anche economici attraverso lo sviluppo del turismo sanitario e la possibilità di attivare nuova occupazione relativamente a figure professionali di cui oggi l’Asl è sprovvista”.

Angelo Montemarano, D.S. ARSAN: “Questa mattina abbiamo presentato al sindaco Aliberti, l’Ospedale di S. Angelo dei Lombardi, un modello organizzativo collaudato da ormai nove anni che ha trovato una grande sinergia tra riabilitazione (tutti gli stadi) e struttura ospedaliera. Il tutto in una’ambiente decoroso. La preesistenza dell’Ospedale, consente peraltro alla parte riabilitativa di avere una propria autonomia e a questo si aggiunge l’innesto Accademico che ha contribuito a rivitalizzare la struttura e l’intera area. Abbiamo dimostrato al sindaco quello che potrebbe nascere anche a Scafati: una eccellenza che reinserirà la Città con un Pronto Soccorso nel piano dell’emergenza”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.