Un neonato su 3000 nasce con malattie metaboliche ma solo 3 bimbi su 10 accedono a screening per individuarle

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
neonato_nascitaUn neonato su 3.000 nasce con una malattia metabolica ereditaria, eppure solo 3 bambini su 10, nel 2013, hanno avuto accesso allo screening allargato, una sorta di fotografia che consente di individuare e trattare precocemente patologie di questo tipo. E’ quanto emerso oggi in occasione della Tavola Rotonda ‘Screening Metabolico Neonatale Allargato’, organizzata dalla Società Italiana di Pediatria. “Solo cinque Regioni offrono una copertura totale per tutte le malattie individuabili: Toscana, Umbria, Emilia Romagna, Sardegna e Trentino Alto Adige. Di recente è stata estesa anche in Veneto, mentre in Lazio e Sicilia varia a seconda delle Province”, ha spiegato Costantino Romagnoli, presidente Società Italiana di Neonatologia.
Le altre forniscono solo i tre screening previsti oggi per legge: fibrosi cistica, ipotiroidismo fenilchenichetonuria. Eppure sono moltissime, circa 400, le malattie rare che si manifestano già nei primi anni di vita o a poche ore dalla nascita e che incidono spesso pesantemente sulla qualità della vita. Di queste, circa 60 sono identificabili precocemente attraverso lo screening neonatale allargato. In questo caso, se contrastate con efficacia, possono consentire una vita normale. “Lo screening allargato – ha spiegato Giovanni Corsello, presidente della Società Italiana di Pediatria – è una opportunità che va assicurata a tutti i neonati del nostro paese. Le differenze di offerta da parte delle varie Regioni creano disparità che hanno conseguenze rilevanti non solo sul piano clinico e assistenziale, ma anche sociale ed etico”. “La regionalizzazione del sistema sanitario seguita alla modifica del titolo V ha creato falle che continuiamo a pagare. Dobbiamo chiedere con forza – ha concluso – che alcuni obiettivi primari come la prevenzione siano soggetti alla variabilità delle risorse disponibili”
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.