Legge stabilità, confermata estensione ecobonus antisismico al 65 per cento

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Tino_Iannuzzi_PD“L’incentivo fiscale dell’Ecobonus -con la detrazione ai fini del pagamento dell’IRPEF del 65% delle spese sostenute per un limite massimo di 96.000 euro per ogni unità’ immobiliare- sarà prorogato a tutto il 2015 non solo per  il risparmio e l’efficienza energetica ma anche per gli interventi di consolidamento antisismico e statico degli edifici esistenti, come più volte chiesto dalla Commissione VIII Ambiente della Camera.

È stato approvato all’unanimità dalla Commissione Bilancio, infatti, un emendamento alla Legge di Stabilità presentato dalla Commissione Ambiente (primo firmatario Iannuzzi), per elevare al 65% tale detrazione che, invece, nella proposta iniziale di legge di Stabilità’ veniva ridotta al 50%.

Così’, grazie a questa modifica legislativa, e’ confermato anche per il prossimo anno l’utilizzo dell’ecobonus con l’aliquota più alta per gli interventi di messa in sicurezza e di adeguamento antisismici, inizialmente non prevista dalla manovra. Una misura molto importante per la sicurezza dei cittadini e per la nostra economia, che sarebbe utile e necessario estendere, rendere strutturale e stabilizzare, come hanno drammaticamente evidenziato tanti recenti e terribili eventi calamitosi ed alluvionali.
Per uscire dalla crisi il rilancio dell’edilizia di qualità, legata al risparmio energetico, alla sicurezza, alla riqualificazione ed all’ammodernamento del patrimonio edilizio esistente è assolutamente decisivo, come ha sempre sostenuto Ermete Realacci, Presidente della Commissione Ambiente. Non a caso proprio il credito di imposta per le ristrutturazioni e l’efficienza energetica in edilizia è stata la misura di gran lunga più anticiclica messa in campo lo scorso anno: secondo i dati di Cresme e servizio studi della Camera ha prodotto nel 2013 ben 28 miliardi di investimenti e 340 mila nuovi posti di lavoro.
La detrazione fiscale, nella misura del 65% per i lavori antisismici e di consolidamento statico dei fabbricati, e’ una misura particolarmente utile in Campania, potendo essere impiegata sulla base della vigente classificazione dei Comuni ai fini della prevenzione del rischio sismico, in tutti i Comuni dell’Irpinia e del Sannio, in 101 Comuni del Casertano , in 80 Comuni del Napoletano, in 116 Comuni della Provincia di Salerno.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.