Salerno: in Via Velia scoperta targa commemorativa in onore di Alfonso Gatto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa

Targa_Alfonso_Gatto_2Sabato 13 dicembre l’Assessore comunale al Turismo Enzo Maraio ha preso parte alla cerimonia di scoprimento di una targa celebrativa in memoria del Alfonso Gatto che, su iniziativa della Fondazione dedicata al poeta salernitana, è stata collocata sulla scalinata dei “Mutilati”, che collega via Velia a Piazza Principe Amedeo.

Anche un murales sulle scale dei Mutilati per ricordare il poeta. Alfonso Gatto è stato celebrato e ricordato con un’opera dal respiro metropolitano, la prima in città dedicata all’eclettico poeta, scrittore, ma anche pittore e critico d’arte salernitano. E’ quanto la Fondazione Alfonso Gatto e il Comune di Salerno hanno inteso fare con il progetto di un’opera pittorica realizzata ad Ottobre lungo la scalinata “dei Mutilati”, tra via Velia e piazza Principe Amedeo. Il murales è stato eseguito da un’artista visiva di fama internazionale, Alice Pasquini, illustratrice, scenografa e pittrice famosa in tutto il mondo, che fa delle strade di città come Sydney, Oslo, Parigi, Roma la materia prima delle proprie produzioni e, delle donne, accumunate da una forte femminilità e personalità, le favorite protagoniste.

LE FOTO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. …..TORNERAI A SUD ( ad Alfonso Gatto)

    Sei passato
    come un soffio di vento
    nella mia vita.
    sono bastate
    poche ore,
    poche cose,
    poche parole
    per unire
    il mio ed il tuo
    ideale.
    Avesti il tempo
    solo per un pensiero,
    scritto sulla prima
    pagina di un tuo libro:
    -Amico salernitano
    dicesti.
    -Amico e gloria
    della mia terra
    dico .
    E’ bastato un nulla
    e ci ha lasciato
    tra Grosseto e Roma ,
    al centro dell ‘Italia.
    Ma tornerai a sud,
    nel cimitero che tu amavi;
    sotto il sole
    della tua citta’;
    sotto quel cielo
    che ti aveva
    colorato gli occhi d’azzurro.

    Enzo Villacaro

    Foggia 8 marzo 1976.

  2. Meno male che almeno c’è una targa. Non dico di fare una villa comunale con le luci a tema di uno dei più grandi poeti salernitani. Promuovere la cultura salernitana, non mi permetterei mai! Ma una piccolissima lampadina, magari con una sua frase, ci poteva pure scappare. Meglio così però, meglio non usare il suo nome per una campagna elettorale.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.