De Luca serra i ranghi e punta dritto a Comune e Regione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
De_luca_napoli_delucaTutti a rapporto. Non al Comune ma a due passi, nei locali del Comitato elettorale di Piazza Amendola. Appuntamento con gli esponenti di maggioranza, l’exit strategy è la mission. De Luca dispensa serenità al suo gruppo di lavoro, mostrando calma olimpica in merito ad ogni vicenda; a cominciare dalla spina “decadenza”: per De Luca l’accusa di abuso d’ufficio è destinata a cadere senza far rumore, come foglia morta. Assai difficile che si allestiscano seggi elettorali a Maggio, con un ricorso pendente in Cassazione. Si va avanti dunque con l’azione amministrativa, con diversi obiettivi da raggiungere quanto prima in termini di opere pubbliche da portare a termine. Ribadito il concetto già espresso venerdì scorso ai nostri microfoni: “niente ricreazione”, nessun calo di tensione e concentrazione.

Si va avanti, così come va avanti a carrarmato lui nella campagna elettorale, con il prossimo appuntamento che resta fissato per sabato 14 febbraio al Teatro Filangieri di Napoli, dove avrà modo di illustrare il programma dei suoi primi cento giorni da Presidente della Regione. Una promessa che è al tempo stesso un impegno: fare in meno di quattro mesi più di quanto non abbia fatto la Giunta Caldoro in cinque anni. De Luca continua a guardare avanti, senza voltarsi. Niente retromarcia, l’eventuale ritiro dalla competizione elettorale verrà annunciato solo in presenza di un candidato unico che abbia l’appoggio di più del 60% dell’assemblea.

Alle dichiarazioni della Tartaglione, che ha giudicato inopportuna la sua candidatura, De Luca ha risposto per le rime via facebook: “Ad essere “inopportuna” non è la mia candidatura ma questo modo di agire, che dimostra l’evidente difficoltà nel mantenere un comportamento corretto. Rispetto all’eventuale candidato unitario del PD, ritengo che il solo candidato unitario sarà colui che vincerà le primarie. In questo momento mi sto battendo per dare la parola ai cittadini attraverso le elezioni primarie, perché la gente possa pronunciarsi, mentre ci sono altri che stanno lavorando su linee diverse: togliere la parola ai cittadini, impedire che possano scegliere. Ma se non scelgono i cittadini – continua De Luca – chi sceglie? Scelgono quelli che si riuniscono in una stanza e cercano di fare alleanze su come si devono candidare nei prossimi anni, che cercano di valutare quale poltrona occupare. In una situazione simile, l’unico elemento che scompare è il destino del territorio; scompare quella che dovrebbe essere la preoccupazione principale: chi deve governare questa regione, chi può affrontare i problemi drammatici di questa terra, chi è in grado almeno di tentare di risolvere questi problemi.

Fonte LIRATV

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Puntava anche a Presidente della Repubblica, ma è stato bloccato dai magistrati e da chi non riconosce ciò che ha fatto per il pianeta.

  2. Ancora una volta De Luca sta dando dimostrazione di essere “uomo libero”. Non lo sappiamo ma sono convinto che gli stanno arrivando promesse da più parti. Lui invece, come sempre, con la fierezza di chi ha sempre camminato a testa alta, continua la sua battaglia contro la “politica politicante”. Vai Enzo saremo al tuo fianco senza ideologismi inutili ma soprattutto con la convinzione che questa Regione ha bisogno di un amministratore come te.

  3. E’ uno che ten e palle a parlare cosi contro anche il suo partito,cosa che gli altri pseudo politici salernitani,specialmente quelli di destra e amici del nano se lo sognanano di farlo,per piacere chi non e del Pd o contro de Luca ,questi sono nostri problemi evitate di fare umorismo gratuito che dopo murit e collera,ma avete capito che all’altra parte si scornano pensando di gestire Salerno,nun ce sta uno buono,vedete che burdell in casa vostra,comunque farete a fine che avete fatto x 20 anni,questo e sicuro e garantito,voi lo sapete e volete sfocare su De Luca.

  4. Ho già detto più volte che non sei un Doc Originale,sei piccolo come un nano.A casa tua hai un altarino con le statuette nane di Stalin e De Luca,ti inginocchi sull’altarino e preghi De Luca che ti fa l’elemosina.
    Non farmi un Sermone,sei pesante.

  5. poveri illusi se credete di portare il regime anche alla regione e prorogare lo stesso al comune per altri 20 anni.scendete dal carro voi che avete rimpinguato le vostre casse.in altre parole la dovete smettere.

  6. Buenzio ,non ti volevo fare un sermone per essere pesante ,ma dato che tu vai oltre allora ti dico,sono doc e sono nato al porto di fronte ai canottieri,per farti capire mi allattava se la conosci Mamela,secondo non ho altarini a casa e ne figurelle di santi,non ho bisogna di elemosina perche ho lavorato 40 anni e mi sono meritato la pensione ,mo veniamo a te fammi sapere ma a te De Luca che ti ha fatto,ma secondo te uno che ha cercato di cambiare la città nel bene deve essere sparlottato da un moccioso di uomo,che forse e nulla facente ,come tanti,tu hai il coraggio di dire che sei salernitano, ah povero a te,lo stesso vale per o pisciaiuolo,ma che si nu pisciaiulo cavaiuolo,vedi che ho regime so 5 anni che sta a Regione nun so stat capaci di spendere nu finanziamento,cioe o chirichetto p te è uno buono e u scemo e De Luca,pure tu nun capisci niente,lo torno a ripetere i De Luca a me non me ne fotte niente io penso alla mia città,io mi ricordo com’era e oggi com’è,parliamo e confrontiamoci su questo sono a disposizione,ma dire sempre e stesse cose perche siete nascosti dovete scegliere solo in quale categoria di uomini vi volete collocare,vi ricordo che sono 3,voi a quali appartenete, io la immagino ma non ve la dico.

  7. Punta sulle chiavi del portone di casa tua e statti a casa a pagare 3 mq contestati dalla Soget e tasse insopportabili sulla Tarsu.Tieniti l’Organico in casa in Estate e tanto bello ti fai un acquisto autunnale vicino Piazza della Concordia nello spazio adibito dal Comune alla vendita legittima del Falso:Compri una bella scarpetta prada e un portafogli Burberry.Dopo di che a Natale prendi l’Auto per andare a Vietri e spendi 15 euro di benzina nel traffico;finito il casino in auto,ti paghi una bella multa per essere andato a 20 km/h dalle parti del Giudice di pace in strada a due corsie e tanto bello paghi 500 euro per esserti fermato a vedere una bella ragazza in minigonna allo Stadio per procurato Allarme;infine chiama i Vigili che non vengono mai per la tripla fila davanti a rotatorie inutili poi ti vai a fare una bella Villetta dalle parti delle Fonderie Pisano,dove l’aria e’ pulita e stando ben attento a gustarti del buon Formaggio sul Lungomare ricco di castori di Rio De Janeiro.Ah…se poi sei un critico d’ arte ti conisiglio il Faro della Giustizia e l’abbraccio(sembra un dente devitalizzato) sul Carmine.Dopo questo tour veloce,penso che puoi puntare a startene a casa.Ovviamente insieme all’Opposizione di ogni colore e estrazione politica.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.