Antonacchio (Cisl Fp): Blocco fondi per Sanità dalla Regione Campania, ”basta con questo scempio”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Pietro_Antonacchio_CISLSull’ incontro in Regione Campania sulla rideterminazione dei Fondi per la sanità il segretario della Cisl FP Pietro Antonacchio in una nota inviata alla stampa ha voluto ribadire la propria posizione:

“Assurda conclusione della riunione che non solo nega l’utilizzo dei fondi fino al 2014 ma presuppone rischio di non utilizzo anche per il 2015 – esordisce Antonacchio. E’ accaduto quello che sempre abbiamo sostenuto. Accordiamoci in azienda per il 2014 e 2015 e cerchiamo una soluzione per gli anni precedenti. Dalle affermazioni sentite, grave e’ il rischio che il 106/2014 venga riscritto al ribasso con ulteriori grosse limitazioni in spregio alla nuova legge di stabilita’ e alle norme contrattuali di riferimento sull’utilizzo dei fondi. Altrettanto grave e’ avere ascoltato che eventuali distrazioni di fondi a danno dei lavoratori  del comparto, anche se accertate, ma ovviamente questo non ve lo diremo mai,  andrebbero in prescrizione ovvero che tutti gli eventuali residui positivi  andrebbero a compensazione per lo sforamento del fondo sul disagio, pericolo e danno e nonostante la fattispecie in esame non rientra nell’applicabilita’ dei decreti e delle norme di riferimento. Rischio che potrebbe estendersi anche al 2015 e quindi  sarebbero inapplicabili le progressioni economiche e di carriera, nonostante previste dalla legge di stabilita’. E’ una situazione inaccettabile e faremo ogni sforzo affinche’ prevalga il buon senso. Se la regione ipotizza di poter lasciare la sanita’ in queste condizioni nonostante il paventato rientro dagli obblighi del piano, e continuare a non attenzionare la nostra provincia con dignita’ che merita, sarebbe opportuno che si assuma direttamente e senza fronzoli la responsabilita’ dello smantellamento del comparto e  della cancellazione di ogni diritto per gli operatori del settore. A breve ci saranno le Rsu. Subito dopo ci attiveremo per inasprire definitivamente e fino a conclusione la vertenza prevedendo di occupare ogni sede delle aziende sanitarie, ogni presidio ed ogni distretto poiche’ e’ giunta l’ora di dire basta a chi perpetra  continuamente ogni scellerata azione a danno dei lavoratori e di tutti i cittadini della Regione con particolare accanimento con la nostra provincia. Ora basta!”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.