La Salernitana soffre con il Savoia ma vince grazie a Tuia. Ora caccia alle streghe

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Savoia_Salernitana_24_Tuia_esultanzaVittoria doveva essere e vittoria è stata ma quanta sofferenza per la Salernitana impegnata quest’oggi in casa del Savoia.  Dopo un primo tempo tra luci e ombre con i granata vicini al gol in almeno tre circostanze, e due cartellini gialli pesanti rimediati dai diffidatiTrevisan e Pestrin, nella ripresa gli uomini di Menichini iniziano a soffrire la veemenza dei padroni di casa che sfiorano il vantaggio mancato solo per imprecisione. L’ingresso di Tuia, derivato da un cambio precedente sbagliato dal tecnico di Ponsacco si rivelerà la mossa vincente: proprio il centrale pescato in area al 28’ controlla la sfera e batte di potenza Gragnaniello per una vittoria che può essere fondamentale in chiave promozione. Ed ora sotto con il derby con il Benevento.

Salernitana che ha dunque la grande chance col Savoia (squadra senza  stipendi e senza tifosi) per accorciare il distacco dal Benevento che ieri ha pareggiato all’ultimo minuto col Barletta e nel dopo partita i veleni di Brini e compagnia si sono tutti scagliati sulla squadra granata, rea a loro dire di alimentare lamentele arbitrali che si sono poi ritorte proprio contro i sanniti. Battendo gli oplontini i granata potrebbero ritrovarsi in scia della capolista e tornare in vetta in appena due turni. Per riuscirci, però, occorre fare bottino pieno al Giraud di Torre Annunziata e poi giocarsi il tutto per tutto nello scontro diretto all’Arechi di sabato prossimo. Menichini non pensa al derby con le streghe e punta ugualmente su Pestrin (diffidato) a centrocampo. In avanti fiducia a Mendicino che giocherà al centro dell’attacco granata con Nalini alla sua destra e Calil inizialmente sul fianco sinistro. A centrocampo oltre Pestrin ci saranno Moro e Favasuli mentre Bovo va in panchina. In difesa con Lanzaro e Trevisan al centro agiranno sugli esterni Colombo e Bocchetti.  Gori è regolarmente tra i pali. Tensione alle stelle alla vigilia invece a Torre Annunziata, i giocatori dicono “no” allo sciopero mentre tre atleti hanno svuotato l’armadietto e sono  andati via. Si tratta di Corsetti, Di Nunzio e Sevieri. Il tecnico Papagni ha invitato il gruppo ad andare «avanti con dignità» nonostante  la crisi. I tifosi disertano gli spalti. Formazione rivoluzionata per i bianchi con in avanti l’ex Scarpa, Leonetti e D’Appolonia. Centrocampo a quattro con i giovanissimi Cremaschi, Pizzutelli, Saric e Verrus, mentre difesa a tre con Riccio, Checcucci, Sirigu dinanzi all’esperto Gragnaniello. Prima del match fuori del Giraud momento di solidarietà per il  piccolo Armando De Sio. Ai genitori prima della gara il capitano del Savoia Scarpa consegna la maglia bianca con le firme dei giocatori. Da Salerno circa 400 tifosi assiepati in curva nord LA PARTITA Fiore di Barletta alle 14.30 da il via alle ostilità. Salernitana che cerca di imporre subito la propria personalità, ma il Savoia sembra abbastanza vivace in avanti con il guizzante Leonetti. All’8 D’Appolonia scatta sul filo dell’off-side e si trova a tu per tu con Gori, Lanzaro lo contrasta e l’attaccante crolla in area: per arbitro simulazione e ammonizione. La Salernitana risponde subito con un incursione da destra di Mendicino che tenta il diagonale smorzato da Gragnaniello, con la difesa locale che poi spazza l’area. Al quarto d’ora, granata ancora vicini al gol: cross al bacio di Calil da sinistra per superMendo che di testa dall’area piccola non riesce a battere Gragnaniello che si salva in angolo. Al 20’ Favasuli lavora un bel pallone a sinistra, cross basso sul quale Nalini, ostacolato da Sirigu, non ci arriva, i granata protestano per un contatto dubbio; dopo un minuto ancora Favasuli si divora un gol fatto: cross di Colombo per l’ex pisano tutto solo a centro area che di testa clamorosamente gira al lato. Il Savoia tutto rintanato nella propria metà campo tenta qualche ripartenza con azioni di rimessa. Al 26’ su una di queste D’Appollonia si beve due avversari e Trevisan lo ferma fallosamente; giallo per il centrale granata diffidato salterà il Benevento. Dalla punizione lo scarico di Scarpa per Verruschi che tenta il gol della domenica dai trenta metri ma la sfera sfiora la traversa. Ancora un colpo di testa per gli ospiti: Bocchetti di testa manda alto un cross di Nalini. Granata che non riescono a sfondare con gli oplontini che in contropiede tengono in apprensione la difesa di Lanzaro e compagni.  Al 35’ gli uomini di Menichini reclamano ancora per un azione dubbia, Nalini viene cinturato in area ma per l’arbitro è tutto regolare. Al 38’ ennesimo giallo pesante: Pestrin commette un fallo inutile a centrocampo su Leonetti e l’arbitro lo ammonisce, per il centrocampista in diffida l’amaro in bocca perchè salterà anche lui il prossimo derby con i sanniti. Si arriva a fine primo tempo con gli ospiti più innervositi che lucidi in campo. SECONDO TEMPO Comincia in ritardo la ripresa per riparare un buco nella rete della porta difesa da Gori e con la Salernitana che inserisce Franco per Trevisan con Bocchetti che passa a fare il centrale al fianco di Lanzaro. Al 2’ torresi vicini al gol: punizione da destra e cross per D’Appollonia che tutto solo a centro area manda fuori di poco. Il Savoia prende coraggio: e su un calcio d’angolo ancora grattacapi per Gori. Dopo due minuti ancora un cross tagliente oplontino non trova pronto Leonetti all’impatto vincente, Salernitana contratta che non riesce a ritrovare il bandolo della matassa. Intanto entrano in curva sud i tifosi locali che avevano scioperato il primo tempo. Pestrin suona la carica con un sinistro dal limite ma Gragnaniello c’è. All’11’ Moro perde un pallone a centrocampo con Scarpa che si invola ma si tuffa in un contrasto con Bocchetti e viene ammonito. Ancora brividi in area granata: cross tagliato in area con Checcucci che per poco non porta in vantaggio il Savoia, la difesa granata si salva ancora. Menichini corre ai ripari inserendo Tuia per Bocchetti. Punizione per la Salernitana dalla trequarti, il cross proprio di Tuia non trova Mendicino pronto la tap-in. Dopo un minuto ci prova Colombo con una doppia conclusione che termina alta. La Salernitana pare risvegliarsi e dopo un quasi autogol oplontino al 28’ Nalini pesca a centro area Tuia che stoppa la sfera, si gira e batte Gragnaniello per l’ 1-0 granata. Esplodono i 400 supportes ospiti. Menichini da freschezza al centrocampo inserendo Bovo per Moro mentre nel Savoia entrano Bollini e Ferrante per il tutto per tutto. Il Savoia dopo un buon inizio di secondo tempo scompare dal campo con il solo Scarpa che tenta di non ammainare la bandiera bianca. Dopo tre minuti di recupero e palpitazioni finisce il match con i granata vincenti ma con tanta sofferenza. Ed ora sarà una settimana di passione fino a sabato quando all’Arechi ci sarà il Benevento per la partita dell’anno. La caccia alle streghe è cominciata… LA CRONACA MINUTO X MINUTO 1° TEMPO 1’ – Partito il match a Torre Annunziata tra Savoia e Salernitana; 5’ – Vivace il Savoia con Leonetti; 9′ –  D’Appolonia frana a terra in area di rigore, giallo per simulazione; 11′-  MENDICINO! Scatto dell’attaccante granata che salta Riccio e spara a rete, interviene Gragnaniello; 15’ – Cross al bacio di Calil da sinistra per superMendo che di testa dall’area piccola non riesce a battere Gragnaniello che si salva in angolo; 20’ – Favasuli lavora un bel pallone a sinistra, cross basso sul quale Nalini, ostacolato da Sirigu; 21’ – Favasuli si divora un gol fatto: cross di Colombo per l’ex pisano tutto solo a centro area che di testa clamorosamente manda al lato; 26’ – Fallo di Trevisan su D’Appollonia; ammonito il centrale che salterà il Benevento; 27’ – Verruschi dai 30 metri, palla che sfiora la traversa; 31’ – Punizione di Nalini tagliata e Bocchetti di testa manda alto; 38’ – Fallo di Pestrin a centrocampo e giallo pesante: il centrocampista salterà il derby contro il Benevento; 45’ – Termina un primo tempo non bello dove i granata hanno sciupato tanto e rimediato due gialli pesantissimi; 2°TEMPO 1’ – Comincia la ripresa con la Salernitana che inserisce Franco per Trevisan con Bocchetti che passa a fare il centrale; 2’ – Torresi vicini al gol: punizione da destra e cross per D’Appollonia che tutto solo a centro area manda fuori di poco; 3’ – Il Savoia prende coraggio: e su un calcio d’angolo ancora grattacapi per Gori; 6’ – Ci prova Pestrin dal limite, blocca Gragnaniello; 11’ – Moro perde un pallone a centrocampo con Scarpa che si invola ma si tuffa in un contrasto con Bocchetti e viene ammonito; 20’ – Ancora brividi in area granata: cross tagliato in area con Checcucci che per poco non porta in vantaggio il Savoia, la difesa granata si salva; 25’ – Tuia per Bocchetti nella Salernitana; 26’ – Ci prova Colombo prima di destro e poi di sinistro, sfera alta; 28’ – Cross dalla sinistra di Nalini e per poco il difensore Sirigu non se la mette dentro; 29’ – GOOOL TUIA!!! – Dal corner palla dietro per Nalini che pesca Tuia a centro area, il difensore stoppa, si gira e la mette dentro per lo 0-1; 30’ – Bollini per Cremaschi nel Savoia; 35’ – Ferrante per D’Appollonia nei padroni di casa; 40’ – Scarpa cerca di innervosire il match; 45’ – Tre minuti di recupero; 48’ – Termina il match, Savoia Salernitana 0-1.   TABELLINO   – SAVOIA-SALERNITANA 0-1

SAVOIA (3-4-3): Gragnaniello; Riccio, Checcucci, Sirigu; Cremaschi (31’st Boilini), Pizzutelli (38’st Partipilo), Saric, Verruschi; Scarpa, Leonetti, D’Appolonia (35’st Ferrante). A disp: Volturo, Vosnakidis, Panariello, Giordani. All: Papagni.

SALERNITANA (4-3-1-2): Gori; Colombo, Lanzaro, Trevisan (1’st Franco), Bocchetti (25’st Tuia); Moro (33’st Bovo), Pestrin, Favasuli; Calil; Nalini, Mendicino. A disp: Russo, Perrulli, Gabionetta, Cristea. All: Menichini.

Arbitro: Fiore di Barletta (Argentieri/Malacchi)

NOTE. Marcatori: 29’st Tuia. Ammoniti: D’Appolonia, Scarpa e Leonetti (Sav), Trevisan, Pestrin e Gori (Sal). Angoli: 2-3. Recuperi: 1’pt; 3’st. Spettatori totali: 1050 (di cui 417 ospiti) per un incasso di 10932,37 Euro.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Se fossimo piagnoni ci lamenteremmo per i due gialli proprio ai due diffidati, e del Savoia che sembrava dovesse vincere per la Serie A. Invece onore al Savoia, e dei diffidati ci dispiace, ma col Benevento vinceremo anche senza di loro. Non ci fermerete.

  2. domenica vedremo se la Salernitana vale davvero il primo posto non ci sono alibi o scusanze………………… se non ci classifichiamo primi rischiamo di non andare in serie B

  3. Spero che la Salernitana vinca sabato e che si va in B, però la squadra che gioca meglio di tutti è il Foggia è bello vederli giocare, la Salernitana è noiosa.

  4. ma dove vi presentate ma quale serie b voi dovete solo fare questi campionati anzi campionati minori non valete un c…. salernitana merda…..

  5. con tuo nick ha detto tutto, hai il cervello fritto, merda sei tu e tutti quelli come te. Forza Salernitana sempre in qualunque categoria!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.