Giffoni Valle Piana: a Carbonara la millenaria festa del Martedì in Albis

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Santuario_Carbonara_GiffoniLunedì 6, e martedì 7 aprile, presso il Santuario della Madonna torna l’attesa festa Pasquale. Con il Patrocinio del Comune di Giffoni Valle Piana, e la collaborazione dell’Associazione Pro Curti, la parrocchia di Curti, guidata dal parroco don Generoso Bacco, hanno organizzato la festa del martedì in Albis, con l’antico rito del “Tiro al Caciocavallo”, a margine della ricorrenza religiosa. Come da tradizione, su di una sponda del torrente Rio Secco, appesi ad una struttura in fili di ferro, distanti circa un metro l’uno dall’altro, i caciocavalli di produzione artigianale locale vengono posti come bersagli. Ai cacciatori viene offerta, dietro pagamento che va in beneficenza al Santuario, la possibilità di sparare con un fucile contro il bersaglio costituito dai caciocavalli che, se centrati, diverranno appannaggio del cacciatore.

La leggenda racconta che nella valle del Monte Leggio, dove i devoti giffonesi trovarono il quadro della Madonna di Carbonara, nel Medioevo, venissero selezionati gli arcieri per le crociate, dopo una prova di destrezza con l’arco.  Ecco il programma. Lunedì 6 aprile presso il Santuario della Madonna di Carbonara, alle ore 09:00 ed alle ore 11:00 Sante Messe, officiate da don Generoso Bacco. In parrocchia a Curti, ore 20;00, asta di prodotti tipici. A seguire spettacolo musicale con i Trio live I MIGLIORI ANNI.

Martedì 7 aprile presso il Santuario della Madonna di Carbonara, alle ore 7:30-09:00-10:00 SS. Messe. Ore 11:00 Solenne Eucarestia. Al termine processione nel piazzale antistante al Santuario. Dalle ore 08:30 alle ore 13:00 in collaborazione con il Circolo Cacciatori sulle sponde del fiume tradizionale Tiro al Caciocavallo. In parrocchia a Curti, ore 18:30 solenne processione per le strade del paese con la partecipazione del Corpo Bandistico “Lorenzo Rinaldi” di Giffoni Valle Piana. Al termine asta di prodotti tipici. A seguire spettacolo musicale dell’Associazione Culturale, A’ Tammorra ‘e Castielle (con musica, canti e danze della tradizionale popolare).

 “A Carbonara oltre all’aspetto prettamente religioso i colori della primavera ci spingono a fare una scampagnata tra il verde dei nostri stupendi boschi –dichiara il Sindaco Paolo Russomando- durante i festeggiamenti di lunedì e martedì, si potranno anche degustare i prodotti gastronomici locali”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.