Il 23 aprile sull’acropoli degli scavi di Velia durante la manifestazione rivolta agli adolescenti di tutta Italia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
parco_veliaIl Festival della Filosofia in Magna Grecia istituisce il PREMIO “PARMENIDE”, diretto dal Prof. Massimo Donà, filosofo, pittore e musicista di  prestigio internazionale.

E’ un nuovo premio di filosofia che verrà attribuito ogni anno a due personalità particolarmente significative del panorama filosofico italiano ed internazionale. E’ questa una delle grandi novità della XIV edizione del Festival che in questi anni ha ospitato circa quindicimila studenti provenienti da tutta Italia. La premiazione avverrà il 23 aprile alle 17.00  sull’acropoli del Parco  Archeologico  di Elea – Velia ( Patrimonio dell’UNESCO)  nell’ambito delle attività del FFMG in Cilento dal 20 al 24 aprile.

L’incontro con i premiati è aperto a tutta la cittadinanza, per ascoltare due voci altisonanti del pensiero contemporaneo, provocate e intervistate da Antonio Gnoli,  giornalista delle pagine culturali del quotidiano La Repubblica.

Il  premio, dunque,  segnala le personalità che hanno contribuito significativamente a rendere la filosofia italiana una delle espressioni più alte della cultura contemporanea. Il premio esalta il Genius Loci, un omaggio  al filosofo dell’Essere che più di ogni altro ha deciso le sorti del pensiero occidentale, e che ha esercitato il suo magistero in terra italica, ad ELEA.

Quest’anno verranno premiati Carlo Sini (già professore ordinario di Filosofia Teoretica

presso l’università Statale di Milano) e Aldo Masullo (professore ordinario di Filosofia Morale presso l’università Federico II di Napoli). Due figure davvero esemplari che hanno formato generazioni di giovani filosofi ed hanno segnato in modo indelebile il dibattito culturale di questi ultimi quaranta anni.

Filosofi entrambi originali e dotati di un’analisi intellettuale, menti votate al pensiero, hanno attraversato il dibattito culturale con posizioni sempre critiche, elaborate attraverso un percorso di maturazione composito e articolato, che non li ha mai visti inseguire le mode del momento. Due maestri nel senso più autentico del termine, dunque, che hanno fatto della filosofia una vera e propria pratica di vita. Carlo Sini è del 1933 e Aldo Masullo del 1923.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.